Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Migliori letti d'ospedale per gli anziani

La presenza in ospedale di letti innovativi capaci di rispondere a lievi movimenti del corpo sarà utile agli anziani per manovrare con molta maggiore facilità, solleverà il personale ospedaliero da questo impegnativo compito e, al tempo stesso, consentirà di ottenere risparmi in denaro.
Migliori letti d'ospedale per gli anziani
Entro il 2040, un europeo su quattro avrà superato i 65 anni, imponendo una notevole pressione sulle strutture di assistenza sanitaria e sugli operatori che prestano assistenza. Poiché anche chi lavora in ospedale rientrerà nel processo di invecchiamento generale, esiste una crescente esigenza di sistemi di assistenza per la mobilità che consentano al personale infermieristico di lavorare in modo efficace per un numero maggiore di anni. Un'importante problematica presente oggi nell'assistenza ospedaliera riguarda il modo con cui vengono posizionati nel letto i pazienti con mobilità limitata, un fattore determinante per il loro comfort complessivo e lo stato di salute. Tra l'altro, tale attività occupa molto tempo del personale ospedaliero e spesso conduce anche a lesioni alla schiena a carico dello stesso personale infermieristico.

Il progetto EPOSBED ("Easy positioning of in-bed patients with reduced mobility"), finanziato dall'UE, intendeva superare questa sfida. EPOSBED ha progettato un letto d'ospedale con posizionamento automatico, guidato da un software intelligente che consente ai pazienti di utilizzare lievi movimento del corpo per comandare il letto. La tecnologia prevede una rete di sensori presenti nel materasso, che monitoreranno la pressione con continui rimandi al software. Quando il paziente si inclina un po', il sistema ne comprende la direzione. È stata progettata anche una nuova struttura di letto coordinata al sistema, in modo che si possa commercializzare una soluzione completa.

L'idea si prospetta utile per i pazienti con mobilità ridotta negli ospedali pubblici e privati, ma anche nelle residenze assistenziali e nelle case private. Il progetto prevede una gamma completa di prodotti diversi scaturiti dalla tecnologia, con caratteristiche e prezzi diversi. EPOSBED è già stato registrato come nome di marchio e i suoi risultati sono consultabili sul sito del progetto , che contiene anche alcuni video sul prodotto.

Con l'85 % del personale infermieristico che ad un certo punto della carriera riporta lesioni alla schiena, I costi associati per la perdita di giorni lavorativi neli ospedali europei ammontano a circa 6 miliardi di euro all'anno. Pertanto, questa soluzione non solo è positiva per pazienti e infermieri, ma anche per il settore medico. Dimostra il ruolo di vertice dell'Europa nel settore e si prepara in modi innovativi a una popolazione sempre più anziana. Il futuro per gli anziani dell'UE si prospetta più confortevole.

Informazioni correlate