Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Nuovi e migliori lamponi per l'Europa

L'Europa sta perdendo terreno nella battaglia per i lamponi. Un progetto UE aiuterà i produttori a combattere attraverso lo sviluppo di varietà più sane cresciute con meno supplementi chimici.
Nuovi e migliori lamponi per l'Europa
I lamponi, da tempo un frutto molto richiesto, sono ora considerati quasi come un supplemento alimentare, il che ne aumenta il loro già elevato valore. Tuttavia, l'Europa sta perdendo la sua posizione sul mercato rispetto ai concorrenti internazionali. La soluzione: produrre lamponi migliori che risultino più sani per i consumatori e l'ambiente.

Pertanto, l'UE ha finanziato il progetto 'New agricultural practices for quality production of red fruits enriched in healthy compounds' (QUALIREDFRUITS). Ora terminato, il progetto è durato due anni, unendo cinque organizzazioni di ricerca e sette piccole e medie imprese (PMI) da sette paesi UE.

I consumatori si aspettano sempre di più frutta ricca di antiossidanti e cresciuta in modi ambientalmente sicuri. Di conseguenza, il progetto ha avuto due scopi principali. Ha voluto paragonare le attuali varietà di lamponi in termini di contenuto di antiossidanti. L'altro obiettivo è stato quello di progettare metodi di coltivazione idonei per le varietà selezionate, utilizzando microrganismi benefici (funghi e batteri), incrementando allo stesso tempo le difese naturali delle piante. Queste pratiche ridurrebbero notevolmente l'uso di agenti chimici mentre assicurerebbero alle varietà un aumento dei livelli di antiossidanti.

Partendo da oltre 100 varietà, solo 37 sono state selezionate per test approfonditi. Questo ha reso disponibile una breve lista di varietà che potrebbero essere cresciute separatamente per diversi scopi, in base al contenuto di antiossidanti o alle dimensioni, per futuri incroci genetici. Sono stati sottoposti a test vari agenti chimici che promuovono le difese delle piante, ed è stato riscontrato che molti di essi riducono la malattia fungina che provoca il marciume radicale. Il progetto ha inoltre riscontrato indicatori di compatibilità tra questi agenti chimici e la biotizzazione, cioè l'uso di microrganismi benefici. Sebbene I test di campo svolti in cinque Paesi abbiano dato luce a risultati diversi a seconda delle regioni, è stata dimostrata l'efficacia generale di questi metodi combinati. Questo ha prodotto un protocollo specifico per le PMI, combinando diverse varietà a diversi luoghi e personalizzando I metodi di coltivazione per tali luoghi.

QUALIREDFRUITS ha inoltre discusso le opzioni di protezione della proprietà intellettuale. Tuttavia, il progetto, a causa di varie difficoltà, ha optato inizialmente per un accordo sulla promozione e sul consolidamento piuttosto che sulla protezione immediata. Un'altra domanda in sospeso riguarda se le caratteristiche risultanti dagli incroci sono ereditarie a tal punto da garantire una varietà brevettata.

Grazie ai risultati del progetto, alla maturità di uno schema di certificazione preso in considerazione e all'analisi di mercato, l'Europa potrebbe infine produrre molto presto varietà di lamponi superiori con alti livelli di antiossidanti. Questo potrebbe significare un segmento di mercato maggiore per le PMI europee.

Informazioni correlate