Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

EDUMIGROM — Risultato in breve

Project ID: 217384
Finanziato nell'ambito di: FP7-SSH

Politiche migliori per i giovani delle minoranze etniche

Alcuni ricercatori europei hanno studiato gli effetti delle differenze etniche a livello di istruzione sulla divergenza di prospettive per la gioventù delle minoranze in ambienti urbani multietnici. L'iniziativa si prefiggeva l'obiettivo di chiarire il contributo dei sistemi, delle politiche, delle pratiche e delle esperienze nel settore dell'educazione nei vari regimi di welfare ai processi di "minorizzazione".
Politiche migliori per i giovani delle minoranze etniche
Il progetto 'Ethnic differences in education and diverging prospects for urban youth in an enlarged Europe' (EDUMIGROM), finanziato dall'UE, è stato incentrato su tre fasi basate su metodi di ricerca quantitativi e qualitativi. I ricercatori si sono prefissati tutta una serie di obiettivi tesi all'analisi delle differenze etniche sul piano dell'istruzione, della correlazione tra le interazioni interne alle comunità urbane multietniche e la nascita di pratiche scolastiche distintive, nonché dell'incidenza dei metodi scolastici sulla generazione di discorsi, modelli e prestazioni relativi alla formazione dell'identità tra I giovani.

Gli esperti hanno inoltre condotto uno studio comparativo sul contributo delle pratiche educative e della formazione dell'identità sulle rivendicazioni relative alla cittadinanza. Un ultimo obiettivo consisteva nell'utilizzo delle conoscenze prodotte nelle aree illustrate in precedenza allo scopo di formulare raccomandazioni politiche basate sui dati e tese a prevedere l'inclusione della gioventù etnica spesso marginalizzata nell'istruzione e per mezzo di essa.

I lavori progettuali hanno generato un enorme quantitativo di informazioni e di conoscenze avanzate sulle scuole, considerate alla stregua di centri di divulgazione del sapere e di socializzazione, nonché su esperienze di ingiustizie, discriminazioni ed estraneità. I risultati ottenuti hanno inoltre condotto all'elaborazione di modelli e di strategie di formazione dell'identità, di "vita nel ghetto", di orgoglio etnico (o religioso), di esclusione e di assimilazionismo/cosmopolitismo.

Nel complesso, la ricerca EDUMIGROM delinea un quadro piuttosto negativo degli stili di vita, delle opportunità e delle prospettive future degli adolescenti appartenenti alle minoranze etniche europee. Dai risultati è emerso che I sistemi scolastici esistenti non fanno altro che preservare e persino produrre discriminazioni sul piano dell'accesso a un'istruzione qualitativamente accettabile e tendono altresì a svalutarne le prestazioni sul piano culturale e, di conseguenza, a ostacolarne il progresso unitamente a qualsiasi prospettiva di un futuro migliore. Ad esempio, I giovani emigranti di seconda generazione con origini etniche Rom sono etichettati con espressioni che rimandano ad associazioni e implicazioni connotate negativamente, a causa della loro appartenenza ad "altri" contesti.

Le metodologie, gli approcci, le innovazioni sul piano della ricerca e le lezioni comparative adottati dal progetto potrebbero tuttavia condurre allo sviluppo di un sapere basato sui dati all'interno di aree politiche critiche. I miglioramenti delle politiche in materia di istruzione, gioventù, inclusione sociale e anti-discriminazione potrebbero registrare un impatto positivo sulle comunità locali, sulla società civile, sul mondo accademico, sulla comunità scientifica e sul pubblico in generale. In tale contesto, I lavori condotti nell'ambito dell'iniziativa EDUMIGROM possiedono un enorme potenziale di cui la comunità dei decisori politici potrebbe beneficiare sia a livello nazionale che a livello europeo.

Informazioni correlate