Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

NEXPEL — Risultato in breve

Project ID: 245262
Finanziato nell'ambito di: FP7-JTI

Produzione sostenibile di idrogeno a partire dall'acqua

Alcuni scienziati finanziati dall'UE si stanno occupando del potenziamento delle prestazioni e del contenimento dei costi di produzione dell'idrogeno mediante l'elettrolisi dell'acqua. L'utilizzo di questa molecola come vettore energetico alternativo registrerà un forte impatto sulla sicurezza energetica e sulle emissioni.
Produzione sostenibile di idrogeno a partire dall'acqua
Per raggiungere questo obiettivo, gli scienziati finanziati dall'UE impegnati nel progetto NEXPEL ("Next-generation PEM electrolyser for sustainable hydrogen production"), stanno sviluppando elettrolizzatori a membrana a scambio protonico (PEM) a partire da fonti energetiche rinnovabili (RES). Il sistema, che contribuirà all'abbattimento dei costi e al potenziamento della stabilità, aprirà la strada a una diffusa commercializzazione.

Negli ultimi 18 mesi di lavoro, i ricercatori hanno creato le versioni finali delle membrane rivestite da catalizzatori, del dispositivo di captazione di corrente e dei piatti bipolari, creando inoltre due stack dimostrativi di 10 celle, che sono poi stati sottoposti a prove conclusive, tuttora in corso. Dagli studi è emerso che la nuova progettazione è in grado di soddisfare gli obiettivi in termini di costi in caso di produzioni superiori a 100 pezzi. Le continue analisi di mercato sono incentrate sull'utilizzo dell'elettrolizzatore a membrana a scambio protonico con energia microeolica e fotovoltaica per le telecomunicazioni, le stazioni verdi a idrogeno e la produzione di idrogeno su ampia scala a partire da fonti energetiche rinnovabili.

I risultati ottenuti finora sono incoraggianti e i ricercatori prevedono di ottimizzare le prestazioni degli elettrolizzatori PEM dal punto di vista economico, promuovendo in tal modo l'utilizzo dell'idrogeno come vettore energetico in un'ampia gamma di applicazioni nel prossimo futuro. Lo sfruttamento di queste risorse condurrà a un potenziamento della sicurezza sul piano energetico, al contenimento delle emissioni e soprattutto al rafforzamento della competitività dell'economia europea.

Informazioni correlate