Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

ON-WINGS — Risultato in breve

Project ID: 233838
Finanziato nell'ambito di: FP7-TRANSPORT

Un rilevamento ottimizzato del ghiaccio rende gli aerei più sicuri

La formazione di ghiaccio sulle strutture degli aeroplani rappresenta un problema per la sicurezza estremamente delicato. Alcuni scienziati finanziati dall'UE hanno creato una rete distribuita di sensori in grado di garantire una maggiore precisione e capacità di rilevamento, di localizzazione e di rimozione del ghiaccio avanzate.
Un rilevamento ottimizzato del ghiaccio rende gli aerei più sicuri
I voli aerei in condizioni di freddo e umidità, specialmente a bassa quota, sono soggetti a una rapida formazione di ghiaccio che disturba il flusso e la circolazione dell'aria aumentando in tal modo le probabilità di incidenti fatali. La perdita del controllo dovuta alla formazione di ghiaccio rappresenta un problema sempre più importante, dal momento che l'aumento del traffico costringe gli aeroplani a trascorrere più tempo nei circuiti di attesa a bassa quota.

Le tecnologie di protezione dal ghiaccio per gli aeroplani attualmente disponibili presentano diversi punti deboli, tra cui il fatto che la maggior parte dei sensori è collocata in un punto distante dalle superfici sulle quali si accumula normalmente il ghiaccio, e ciò fa sì i sistemi di rilevamento rivestano un ruolo sempre più cruciale. Inoltre, queste apparecchiature non sono in grado di effettuare distinzioni tra le caratteristiche dei vari tipi di ghiaccio che registrano effetti diversi sul volo. Allo scopo di superare tutti questi ostacoli, gli scienziati hanno creato una tecnologia ottica basata su sensori integrati e localizzati all'interno delle strutture oggetto di interesse, grazie ai finanziamenti stanziati dall'UE per il progetto ON-WINGS ("On wing ice detection and monitoring system").

Il sensore ON-WINGS, che si presta a essere montato a incastro su qualsiasi struttura, comprese le ali, le pale del rotore o la gondola del motore, ossia punti critici sul piano della sicurezza, utilizza fibre ottiche per l'emanazione della luce sul ghiaccio e per la misurazione di quella restituita. Nuove tecnologie di misurazione dei dati facilitano la determinazione della presenza, dello spessore e della tipologia del ghiaccio. Una rete distribuita prevede l'integrazione di sensori multipli. Inoltre, un controller intelligente attiva singole zone di un sistema di protezione dal ghiaccio (IPS) elettrotermico allo scopo di potenziarne l'efficacia riducendo nel contempo il consumo energetico.

La tecnologia di rilevamento sviluppata nell'ambito del progetto ON-WINGS garantisce alle superfici aerodinamiche critiche un decisivo miglioramento dei livelli di precisione, affidabilità e flessibilità rispetto agli IPS tradizionali. La commercializzazione di questi strumenti promette importanti passi avanti sul piano della sicurezza dell'aviazione, che determineranno nel contempo un abbassamento del consumo dei carburanti, unitamente a una riduzione degli interventi di manutenzione, all'aumento delle prestazioni e alla riduzione delle emissioni. Il sistema condurrà inoltre a una riduzione dell'impatto dell'industria aerospaziale sul cambiamento climatico.

Informazioni correlate