Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

GLOWORM — Risultato in breve

Project ID: 288975
Finanziato nell'ambito di: FP7-KBBE
Paese: Belgio

Rilevare e gestire le infezioni da elminti

L’infezione dovuta a vermi parassiti come gli elminti pone una grave minaccia all’allevamento di bestiame europeo. Un’iniziativa finanziata dall’UE ha sviluppato saggi diagnostici e strumenti predittivi per mitigarne gli effetti.
Rilevare e gestire le infezioni da elminti
I cambiamenti ambientali e climatologici hanno alterato l’epidemiologia e la distribuzione geografica delle infezioni da parassiti nel bestiame europeo composto da ruminanti. Se vi si aggiunge anche la comparsa della resistenza ai farmaci antielmintici, i parassiti rappresentano attualmente un onere socioeconomico molto grave, poiché le misure di controllo esistenti hanno perso la loro efficacia.

Il progetto GLOWORM (Innovative and sustainable strategies to mitigate the impact of global change on helminth infections in ruminants) puntava a sviluppare tecnologie sensibili e ad alta intensità di elaborazione, allo scopo di accertare la presenza e gestire i parassiti a uno stadio iniziale.

I membri del consorzio hanno anche creato modelli di previsione in grado di predire il rischio di malattia. I modelli tengono conto delle informazioni geografiche e temporali sull’abbondanza di parassiti e sul modo con cui vengono influenzati dalle pratiche di gestione agricola. I modelli possono servire anche a stimare la necessità e gli effetti di determinate strategie di intervento.

Sono state impiegate tecnologie d’avanguardia per sviluppare saggi diagnostici immunologici e basati su DNA. Inoltre, il team ha integrato nel quadro informazioni dettagliate sugli effetti delle infezioni da nematode gastrointestinale e distoma epatico e gli elementi incidenti legati al clima.

Un’indagine sulla prevalenza e la distribuzione dei parassiti è servita a trarre dati parassitologici e a integrarli nel database del sistema di informazioni geografiche accanto a dati su clima, ambiente e gestione agricola. Gli studi sul campo hanno contribuito a mappare la distribuzione del parassita sul territorio europeo.

Per valutare gli esiti dei trattamenti antielmintici, i partner del progetto hanno formulato una serie di indicatori di risposta, ad esempio il peso, le condizioni del corpo, la produzione lattifera e la presenza di anticorpi specifici. I risultati rivelano che approcci mirati di trattamento selettivo potrebbero mantenere la produttività animale, riducendo decisamente il numero di trattamenti necessari.

La riduzione degli ostacoli legati ai costi e ai tempi per la diffusione di tali test parassitologici aumenterà la frequenza della loro applicazione negli allevamenti. Tali tecniche si sono servite di infrastrutture di laboratorio esistenti e, pertanto, sono già direttamente applicabili.

L’aggiunta di uno strumento on line per determinare l’efficacia di trattamenti antielmintici tramite il test di riduzione del conteggio delle uova fecali (FECRT) ha garantito che l’interpretazione di FECRT fosse valida sotto il profilo statistico. Consentirà ai veterinari di fornire consigli di buon livello in base a nozioni scientifiche solide.

GLOWORM ha unito saggi diagnostici con un modello di predizione degli effetti del cambiamento climatico e la gestione dell’infezione stagionale dell’elminti. I risultati possono contribuire alla formulazione di raccomandazioni attuabili nella gestione quotidiana dell’azienda agricola. Tali decisioni basate su prove contribuiranno a migliorare la situazione attuale riguardo alle infezioni da parassiti nel bestiame.

Informazioni correlate

Keywords

Elminti, infezioni, bestiame, attività agricola, saggi diagnostici, antielmintico