Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

FP7

BOT-ERA — Risultato in breve

Project ID: 294416
Finanziato nell'ambito di: FP7-INCO
Paese: Giordania

Tutela delle piante giordane

Un team dell’UE ha promosso l’inclusione del Giardino botanico reale (RBG, Royal Botanic Garden) della Giordania nello Spazio europeo della ricerca (SER). Il partenariato ha promosso la salvaguardia delle piante selvatiche mediante la ricerca e lo sviluppo di capacità, portando a una strategia di salvaguardia, una lista rossa delle specie e un’analisi organizzativa.
Tutela delle piante giordane
La Giordania fa parte dell’antica Mezzaluna fertile ed è piuttosto ricca in biodiversità, ma molti habitat e specie delle piante sono a rischio di estinzione. L’RBG salvaguarda circa il 35 % delle specie della flora e focalizza gli sforzi di salvaguardia della Giordania.

Il progetto BOT-ERA (Reinforcing cooperation between the Royal Botanic Garden of Jordan and ERA), finanziato dall’UE, mirava a integrare l’RBG nel SER. I metodi coinvolgevano lo sviluppo di capacità e una collaborazione strategica con tre organizzazioni europee. Entrambe le strade dovevano essere realizzate attraverso un programma di ricerca in tre parti: salvaguardia di piante e semi, diversità delle risorse genetiche e biotecnologia e condivisione dei beni.

I ricercatori hanno compilato una strategia di salvaguardia per le piante selvatiche giordane. Il lavoro ha incluso la documentazione delle circa 2 600 specie vascolari del paese. Oltre 1 000 tipi minacciati del gruppo uno sono stati identificati in una lista rossa, che descriveva lo stato di conservazione delle specie secondo definizioni internazionali.

I membri del team hanno analizzato e riferito i punti di forza e le debolezze del RBG. Un ulteriore risultato includeva un rapporto di strategia, che ha stabilito gli obbiettivi per l’organizzazione.

Il consorzio ha ospitato una conferenza scientifica internazionale su salvaguardia e uso delle piante benefiche selvatiche della regione. Le sessioni di formazione hanno incluso cinque workshop sulla salvaguardia di piante e semi, quattro sui programmi di Orizzonte 2020 e tre riguardanti le tecniche di criopreservazione delle piante. In totale, le sessioni di formazione hanno raggiunto oltre 200 partecipanti.

BOT-ERA ha favorito una migliore collaborazione di ricerca tra l’RBG e le agenzie europee. I risultati hanno incluso una migliore comprensione delle priorità della salvaguardia, che si traduce in sforzi più efficaci.

Informazioni correlate

Keywords

Salvaguardia piante, Giardino botanico reale, Giordania, pianta selvatica, lista rossa specie, conservazione semi