Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

Proteggere chi è privo di protezione

Uno studio dell’UE ha sviluppato delle procedure per valutare i sistemi di sicurezza dei veicoli per il rilevamento dei pedoni. Il progetto ha integrato i protocolli esistenti con delle misure innovative, fornendo inoltre i dati necessari per gli algoritmi dell’analisi decisionale e della valutazione del danneggiamento fisico.
Proteggere chi è privo di protezione
La quota di incidenti veicolari che coinvolgono dei pedoni in Europa varia dal 19 al 38 % a seconda del luogo. Inoltre, la percentuale non ha subito variazioni in risposta ai progressi nella sicurezza stradale. Molti progetti dell’UE hanno sviluppato delle tecnologie per il rilevamento dei pedoni, ma la loro adozione rimane limitata.

Un motivo potrebbe essere una carenza di consapevolezza del pubblico, e il fatto che i benefici di tali sistemi non sono stati quantificati. Il progetto finanziato dall’UE ASPECSS (Assessment methodologies for forward looking integrated pedestrian and further extension to cyclists safety systems) mirava a fornire la necessaria metodologia di collaudo. I prodotti pianificati includevano nuove forme di collaudo di vari sistemi di sicurezza dell’auto per i pedoni, inclusi sistemi di frenata autonoma d’emergenza (autonomous emergency braking, AEB). I nuovi test erano destinati a integrarsi con i collaudi esistenti, allo scopo di supportare i programmi di valutazione clienti. Il progetto formato da 13 membri è stato operativo da settembre del 2011 a luglio del 2014.

Il progetto ha proposto una metodologia che lavora assieme ai protocolli AEB e ai protocolli passivi per i pedoni del New Car Assessment Programme dell’UE. La metodologia ha calcolato e ha confrontato i probabili costi del ferimento dei pedoni. Il procedimento del progetto coinvolgeva una serie di scenari dell’incidente, ricavata dalla letteratura precedente e da recenti dati sperimentali.

Un altro lavoro del consorzio ha incluso la definizione di innovative specifiche tecniche per obbiettivi, strumenti e procedure di test da utilizzare nelle prove AEB. Il lavoro ha determinato le condizioni limite e anche le limitazioni tecniche e dei sensori. ASPECESS ha inoltre aiutato a risolvere la complessa questione nella progettazione del sistema relativa a quando frenare e quando no, giustificando i procedimenti del processo decisionale.

Infine, il consorzio ha esaminato il collaudo e la simulazione per un’ampia varietà di comuni tipi di veicoli del dispositivo di simulazione. Il team ha stabilito l’importanza di vari parametri di collaudo in base a criteri relativi al ferimento della testa, contribuendo ulteriormente alla complessiva metodologia di valutazione.

Il progetto ASPECSS intendeva definire delle procedure per il collaudo di una nuova generazione di sistemi di sicurezza per i pedoni montati sui veicoli. L’accettazione da parte dei clienti di tali sistemi, in base al collaudo proposto, potrebbe aiutare a ridurre l’elevato numero di incidenti che coinvolgono gli utenti della strada privi di protezione.

Informazioni correlate

Argomenti

Transport

Keywords

Veicoli, pedoni, sistemi sicurezza, collaudo, metodologia