Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca e Sviluppo - CORDIS

  • Commissione europea
  • CORDIS
  • Programmi
  • Programma sulla cooperazione tra università ed imprese in materia di formazione professionale nel campo delle tecnologie (COMETT), 1986-1989

Programma successivo

ET-COMETT 2

Finanziamento del programma

EUR 45 million

Riferimento Gazzetta ufficiale

L 222 del 1986-08-08

Riferimento legislativo

86/365/EEC del 1986-07-24
Inteso a conferire una dimensione europea alla collaborazione tra università ed imprese nel settore della formazione in rapporto all'innovazione e alle nuove tecnologie, favorendo lo sviluppo di programmi di formazione, lo scambio di esperienze, l'impiego ottimale delle risorse in materia di formazione a livello comunitario e migliorando l'offerta di formazione a livello locale, regionale e nazionale e individuando le priorità che richiedono azioni supplementari.

Riassunto

Questa fase iniziale del programma affonda le radici nella decisione del Consiglio del 2 aprile 1963 che determinava i principi generali per l'attuazione di una politica comune di formazione professionale. Esso ha anche attinenza con la risoluzione del Consiglio del 2 giugno 1983 in merito a misure relative alla formazione professionale e all'introduzione di nuove tecnologie, nonché con altre misure adottate dal Consiglio intese a rafforzare la cooperazione tecnologica su scala comunitaria, comprese le decisioni relative a ESPRIT, BAP, BRITE e al piano di incoraggiamento delle iniziative di cooperazione e degli scambi scientifici e tecnici in Europa (STIMULATION 1C).

Nella riunione del marzo 1985, il Consiglio europeo ha ribadito l'importanza di un rafforzamento della base tecnologica e della competitività dell'industria e ha sottolineato la necessità di un migliore utilizzo delle risorse umane, in particolare, sviluppando la cooperazione tra industria ed istruzione superiore.

Il programma è costituito da una serie di azioni transnazionali destinate a rafforzare la cooperazione fra università ed imprese in materia di formazione iniziale e continua per rispondere ai cambiamenti tecnologici e ai mutamenti sociali.

Suddivisione

Cinque misure:

- rete europea:
sviluppo di una rete europea di consorzi di formazione università-imprese (CFUI) di carattere transnazionale con il contributo finanziario e l'assistenza tecnica della Comunità;

- scambi transnazionali:
assegnazione di borse di studio e di ricerca intese a promuovere lo scambio transnazionale delle persone in corso di formazione, compresi nuovi diplomati, personale delle università e delle imprese;

- progetti congiunti di formazione continua:
sostegno a favore dello sviluppo di progetti congiunti di formazione continua su scala europea attuati in comune da imprese in collegamento con le università interessate nei settori relativi alle nuove tecnologie, nonché sostegno a corsi di formazione continua per una pronta divulgazione, nelle università e nelle imprese, dei risultati della ricerca e dello sviluppo nel settore delle nuove tecnologie;

- iniziative multilaterali per lo sviluppo di sistemi di formazione multimediali:
impiego delle nuove tecnologie di informazione e di comunicazione;

- misure complementari:
scambio di informazioni, analisi dell'evoluzione delle qualifiche rispetto alle nuove tecnologie e migliore comprensione reciproca degli ostacoli alla cooperazione tra università ed imprese in materia di formazione avanzata.

Attuazione

La Commissione, assistita da un comitato composto da due rappresentanti di ciascuno Stato membro e presieduto da un rappresentante della Commissione, aveva la responsabilità dell'attuazione del programma, articolato in due fasi: una fase preparatoria (1986) ed una fase operativa (1987-1989).
Queste misure sono dirette alle persone in corso di formazione, compresi i nuovi diplomati e a quelle in attività, inclusi gli interlocutori sociali e i formatori interessati.

Il contributo comunitario non supererà il 50% delle spese ammissibili. I progetti sono stati selezionati in particolare in funzione del loro carattere di incentivo e di esempio nonché del loro contributo potenziale ad una intensificazione della collaborazione tra università ed imprese in materia di formazione. La selezione è avvenuta indipendentemente dalla partecipazione delle imprese interessate alle azioni comunitarie di ricerca e sviluppo e tenendo conto delle esigenze di formazione delle piccole e medie imprese.

La Commissione ha trasmesso al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato consultivo sulla formazione professionale e al Comitato per l'istruzione una relazione annuale relativa all'attuazione del programma.
Numero di registrazione: 56 / Ultimo aggiornamento: 1995-01-19