Skip to main content

Programme Category

Programma

Article available in the folowing languages:

Attività orizzontali del programma specifico di ricerca e formazione nel settore dell'energia nucleare, parte del programma quadro per la Comunità europea dell'energia atomica nell'ambito del sesto programma quadro pluriennale 2002-2006.

Le attività orizzontali riguardano le priorità tematiche EURATOM:
- Ricerca sull'energia da fusione - http://cordis.europa.eu.int/fp6/fusion.htm - Gestione dei rifiuti radioattivi - http://cordis.europa.eu.int/fp6/waste.htm
- Radio-protezione - http://cordis.europa.eu.int/fp6/protection.htm
- Altre attività nel settore della sicurezza e delle tecnologie nucleari - http://cordis.europa.eu.int/fp6/nuctech.htm
Per contribuire alla realizzazione delle attività delle priorità tematiche del programma specifico di ricerca e formazione nel settore nucleare, sono state previste le seguenti attività orizzontali:
- Azioni specifiche di supporto;
- Accesso transnazionale alle grandi infrastrutture;
- Azioni per promuovere e sviluppare le risorse umane e la mobilità;
- Borse di formazione;
- Finanziamenti per cooperare con paesi terzi.
Le attività orizzontali (i.e. azioni specifiche di supporto, accesso transnazionale alle grandi infrastrutture e borse di formazione, corsi speciali di formazione o finanziamenti per la cooperazione con paesi terzi) sono incluse in un invito permanente che rimarrà valido per tutta la durata del programma. Le tre attività principali:

1. Azioni specifiche di sostegno per contribuire attivamente alla realizzazione delle attività nel programma di lavoro, diffusione dei risultati e preparazione delle attività future. Le proposte devono:
- Promuovere e favorire la diffusione, il trasferimento, lo sfruttamento, la valutazione e una vasta opera di approfondimento dei risultati presenti e passati del programma;
- Contribuire agli obiettivi strategici, segnatamente per quanto riguarda lo Spazio europeo della ricerca (ad es., iniziative pilota sull'uso dei parametri di riferimento, mapping, networking, ecc.);
- Preparare le future attività RST comunitarie (ad es. tramite studi prospettivi, misure esplicative, azioni pilota, ecc.).

2. Accesso transnazionale alle grandi infrastrutture per promuovere l'accesso dei ricercatori alle infrastrutture in grado di offrire servizi unici ed essenziali alla comunità di ricerca europea.
In questo caso il sostegno comunitario è fornito per i costi di accesso ai ricercatori che operano negli Stati membri e negli Stati associati, che non siano gli stati in cui si trova l'infrastruttura. I progetti vengono attuati seguendo le modalità per sostenere le infrastrutture di ricerca nel programma specifico - Strutturare il SER.

3. Azioni intese a promuovere e sviluppare le risorse umane e la mobilità, fra cui:
- Borse di formazione per sviluppare le risorse umane e la mobilità, in particolare offrendo una formazione avanzata a giovani ricercatori di alto profilo e assistendo i borsisti a ristabilirsi nei loro paesi di nazionalità. Il sostegno è limitato alle Intra-European Fellowships (Borse intraeuropee) e agli European Reintegration Grants (Finanziamenti di reintegrazione europei) come definiti nelle azioni Marie Curie, ai candidati degli Stati membri e agli associati al programma Euratom. Tali borse e finanziamenti vengono realizzati seguendo le modalità delle azioni Marie Curie.
- Corsi speciali di formazione per mantenere un alto livello di perizia e competenza in ambito comunitario nel settore nucleare. Corsi destinati a diffondere rapidamente i risultati dei programmi nazionali e comunitari di ricerca e a mantenere le competenze.
- Finanziamenti per la cooperazione con paesi terzi, per periodi fino a sei mesi a giovani ricercatori dei paesi di Europa centrale e orientale (PECO) e dei nuovi Stati indipendenti (NSI) dell'ex Unione Sovietica per lavorare in laboratori nella Comunità. I fondi sono limitati ai laboratori comunitari che svolgono attività di ricerca finanziate da questo o dai precedenti programmi Euratom nel momento in cui avviene lo scambio.
La Commissione è responsabile dell'attuazione del programma specifico. Tutte le attività di ricerca svolte ai sensi del programma specifico devono essere conformi ai principi etici fondamentali. Il programma specifico viene realizzato attraverso appositi strumenti. Al programma specifico vengono applicate le regole di partecipazione. la Commissione elabora un programma di lavoro per l'attuazione del programma specifico, che descrive in modo particolareggiato gli obiettivi e le priorità tecnico-scientifiche, e stabilisce il calendario di attuazione e gli strumenti da utilizzare. Il programma di lavoro tiene conto delle pertinenti attività di ricerca svolte dagli Stati membri, dagli Stati associati e dalle organizzazioni europee e internazionali. Esso è aggiornato in funzione delle necessità.

Ai fini dell'attuazione del programma specifico, la Commissione è assistita da un comitato consultivo. I membri del comitato possono variare in funzione dei diversi argomenti all'ordine del giorno del comitato. La Commissione riferisce periodicamente circa l'andamento generale dell'attuazione del programma specifico fornendo anche informazioni concernenti gli aspetti finanziari. La Commissione esegue inoltre un controllo e una valutazione indipendente delle attività svolte nei settori coperti dal programma specifico.

Ai fini dell'attuazione del programma specifico la Commissione ricorre a vari strumenti e valuta le proposte in conformità con i criteri di valutazione, in linea con le decisioni del Consiglio riguardanti il sesto programma quadro della Comunità europea dell'energia atomica per la ricerca nucleare e le attività di formazione che contribuiscono alla creazione dello Spazio europeo della ricerca (2002-2006).

Le azioni RST indirette realizzate nel settore della fusione termonucleare - e nell'ambito di contratti, accordi o enti giuridici in cui la Comunità è una delle parti contraenti o di cui è membro - sono conformi alle regole che sono state stabilite per queste stesse azioni, in conformità con il regolamento sulle regole di partecipazione.

_ Strumenti
I progetti intrapresi vengono svolti sulla base di procedure definite in:
- Contratti di associazione;
- Accordo europeo sullo sviluppo della fusione (European Fusion Development Agreement - EFDA);
- Altri eventuali accordi multilaterali conclusi fra la Comunità e le organizzazioni associate e/o enti giuridici che potrebbero essere costituiti, previo parere emesso dal competente comitato consultivo;
- Altri contratti di durata limitata, in particolare con organismi negli Stati membri o negli Stati associati al programma quadro;
- Accordi internazionali che coprono progetti svolti nell'ambito della cooperazione con paesi terzi.
e attività per coordinare e sostenere la ricerca per l'energia da fusione potrebbero riguardare studi a sostegno di tali attività, a favore dello scambio di informazione ed il ricorso a competenze esterne, fra cui: valutazione indipendente delle attività, borse e schemi di formazione, nonché pubblicazioni e altre azioni per promuovere il trasferimento tecnologico.