Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Una nuova applicazione mostra agli utenti di Lund, in Svezia, i benefici del teleriscaldamento

Il teleriscaldamento basato su fonti di energia rinnovabili sta diventando la soluzione preferita per il risparmio energetico. Una delle difficoltà più grandi però è convincere i proprietari del valore a lungo termine del rimodernamento degli edifici necessario per accogliere la soluzione intelligente.

Energia

Un sistema di teleriscaldamento comprende una rete di tubazioni isolate usate per distribuire calore, in forma di acqua calda o vapore, dal punto di generazione (normalmente una centrale energetica) all’utente finale. La capacità di integrare fonti diverse di energia fa sì che i consumatori non dipendano da una singola fonte di energia. Questo aiuta a garantire affidabilità e continuità del servizio e può introdurre un elemento di competizione nella catena di approvvigionamento. Permette anche la decarbonizzazione della fonte di calore nel lungo termine. Le prime reti di teleriscaldamento intelligente provviste di questi scambiatori intelligenti di calore e di contatori intelligenti sono già state adottate in Svezia, Danimarca e Germania, prevalentemente nel settore residenziale, ed è stato identificato un grande potenziale per future applicazioni. Una rete di teleriscaldamento e teleraffreddamento intelligente comporta l’integrazione con l’urbanizzazione e la consultazione con i residenti. Il progetto CITYFIED dell’UE ha preso a cuore l’esigenza di consultare i cittadini e nel Distretto Linero della città svedese di Lund, il progetto ha un sito dimostrativo che copre un’area di 40 400 m2. Sedici edifici con 379 appartamenti, abitati da 1 150 inquilini sono coinvolti nel progetto. Per convincere i residenti a partecipare il progetto ha appena lanciato un’applicazione sviluppata dall’ente per l’energia elettrica svedese Kraftringen, in collaborazione con un’azienda di software. L’applicazione è stata sviluppata nell’ambito del progetto CITYFIED. Gli inquilini che vivono negli appartamenti rimodernati nell’ambito del progetto sono stati coinvolti nello sviluppo dell’applicazione e insieme agli altri abitanti del sito dimostrativo saranno i primi a utilizzarla. Dieci famiglie hanno testato l’applicazione durante il suo sviluppo e a dicembre 2017 è stata lanciata pubblicamente in una piazza locale. L’obiettivo è mettere l’applicazione a disposizione di tutti i clienti di Kraftringen i quali potranno poi accedere a dati storici risalenti a diversi anni prima (a condizione che fossero già clienti della società). Lavorare con i residenti coinvolgendo allo stesso tempo altri partecipanti ‒ facendo salire tutti a bordo Il progetto sta utilizzando un approccio a tutto tondo per massimizzare le riduzioni del consumo energetico. L’ente per l’energia Kraftringen, l’ente per le case popolari LKF, l’Istituto svedese per la ricerca ambientale IVL e la Città di Lund hanno avuto un ruolo chiave. Un giorno la settimana, il team si riunisce intorno a un tavolo per scambiarsi idee faccia a faccia e i partner a turno tengono sessioni in cui si scambiano informazioni sulle priorità gli uni degli altri. Il risparmio energetico totale a Linero è stato calcolato in circa 52 kWh/m²/anno, potenzialmente ancora più alto dell’obiettivo originale del 30,8 %. Il risparmio energetico primario sul posto è stato determinato al 19 % e le emissioni di gas serra saranno ridotti del 26 % , usando fattori di conversione del 2016. CITIFIED non è attivo solo a Lund ma ha comunità di interesse in tutta Europa e due altri siti dimostrativi in Spagna e in Turchia. Per maggiori informazioni, consultare: Sito web del progetto

Paesi

Spagna

Articoli correlati