Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

I piani futuri dell'Agenzia spaziale europea

Il 12 aprile 1999 il Direttore generale dell'Agenzia spaziale europea (ASE), Antonio Rodota, e il vice direttore per la Strategia e la valutazione tecnica, Jean-Jacques Dordain, indicheranno le proposte da presentare al Consiglio dell'ASE in occasione della riunione ministeria...

Il 12 aprile 1999 il Direttore generale dell'Agenzia spaziale europea (ASE), Antonio Rodota, e il vice direttore per la Strategia e la valutazione tecnica, Jean-Jacques Dordain, indicheranno le proposte da presentare al Consiglio dell'ASE in occasione della riunione ministeriale che si svolgerà a Bruxelles l'11 e il 12 maggio 1999. Obiettivo principale della riunione del Consiglio è di definire il futuro del settore spaziale in Europa individuando le mete da raggiungere e stabilendo le priorità necessarie affinché l'Europa possa continuare a svolgere un ruolo principale nel settore delle attività spaziali. Ai ministri verrà chiesto di sostenere la nuova strategia dell'ASE e il ruolo che questa svolge con i protagonisti nazionali, le organizzazioni intergovernative, le istituzioni dell'Unione europea e l'industria, affinché possa riuscire nelle sfide che attendono l'Europa. Ai ministri verrà anche chiesto di decidere relativamente al piano a lungo termine dell'ASE per il periodo 1999 - 2006: - nuovi programmi per la scienza spaziale; - accesso allo spazio (lanci); - applicazioni spaziali (osservazione della terra, telecomunicazioni, navigazione e multimedia); - valorizzazione della stazione spaziale internazionale e della tecnologia avanzata.