Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Il 5PQ può contribuire alla lotta antidoping

La relazione finale sull'armonizzazione dei metodi e delle misure utilizzati nella lotta antidoping (HARDOP) indica, nella sua parte conclusiva, che alcuni dei suoi obiettivi sono contemplati nel quinto programma quadro (5PQ) dell'Unione europea. La pubblicazione, che s'inseri...

La relazione finale sull'armonizzazione dei metodi e delle misure utilizzati nella lotta antidoping (HARDOP) indica, nella sua parte conclusiva, che alcuni dei suoi obiettivi sono contemplati nel quinto programma quadro (5PQ) dell'Unione europea. La pubblicazione, che s'inserisce nei programmi "Crescita competitiva e sostenibile" e "Qualità della vita e gestione delle risorse biologiche" del 5PQ, esamina gli antefatti e la cronistoria del doping nello sport. La proposta di armonizzazione delle norme antidoping ha richiesto un numero considerevole di dibattiti, i cui risultati sono presentati nella suddetta relazione che comprende altresì le conclusioni dei seminari organizzati a Bruxelles, Roma e Tolosa sull'argomento. I rappresentanti di tutte le parti interessate, tra cui atleti, allenatori, medici sportivi e giornalisti, hanno partecipato ai seminari. Secondo quanto emerge dalle conclusioni della relazione, è necessario che il settore della ricerca affronti il problema del doping. Pertanto è opportuno creare un'infrastruttura di ricerca, migliorare le misure e i test di rilevamento delle sostanze dopanti ed istituire un'agenzia la cui missione sarà di sorvegliare l'evoluzione della situazione. La relazione conclude affermando che l'obiettivo della lotta antidoping si inserisce perfettamente in alcune delle finalità del quinto programma quadro.

Articoli correlati