Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Proteggere il patrimonio pubblico contro gli attacchi elettromagnetici

Oggigiorno, è essenziale intensificare gli sforzi e innalzare il livello di protezione delle infrastrutture critiche contro la minaccia crescente di attacchi elettromagnetici (EM). Un’iniziativa finanziata dall’UE studia queste problematiche e i relativi effetti allo scopo di individuare tecniche di mitigazione appropriate.

Tecnologie industriali

Nel settore militare si utilizzano impulsi elettromagnetici non nucleari/microonde ad alta potenza (NNEMP/HPM) e altri dispositivi a radiofrequenza come potenziali armi per eventi bellici e attacchi terroristici tesi a infliggere duri colpi a dispositivi e circuiti. Tuttavia, la minaccia potenziale rappresentata dai dispositivi NNEMP/HPM rimane preoccupante a causa della presenza di criminali e terroristi in grado di causare gravi danni, come la distruzione di reti elettriche o elettroniche. Per garantire la protezione delle infrastrutture critiche contro le minacce provenienti dalle radiazioni elettromagnetiche, il progetto HIPOW (Protection of critical infrastructures against high power microwave threats), finanziato dall’UE, si prefigge l’obiettivo di sviluppare il prototipo di un sensore in grado di rimuovere le radiazioni, nonché di redigere un manuale e altri documenti di riferimento che propongono l’adozione di misure di rilevamento e di protezione. L’iniziativa prevede inoltre la costruzione di una base di dati di informazioni non classificate sui rischi legati agli impulsi elettromagnetici non nucleari e alle microonde ad alta potenza e sulle misure di sicurezza pensate per le infrastrutture critiche. Durante il primo periodo di rilevazione, i partecipanti all’iniziativa hanno eseguito un’analisi delle minacce e condotto una valutazione del rischio legato agli incidenti causati dai dispositivi NNEMP/HPM, rivolgendo l’attenzione agli effetti di queste tecnologie sulle risorse essenziali per il funzionamento di una società e della relativa economia, tra cui impianti per infrastrutture pubbliche, generazione di elettricità, sistemi di trasporto, servizi finanziari, telecomunicazioni e comunicazioni senza fili. Alcune di queste strutture preposte alla difesa civile sono state selezionate e testate allo scopo di stabilirne la capacità di fronteggiare i rischi legati ai dispositivi NNEMP/HMP. Il gruppo di lavoro ha inoltre condotto una valutazione del livello di efficacia del consolidamento delle architetture, vale a dire una delle due principali strategie di protezione attualmente disponibili, nonché della realizzabilità delle misure di consolidamento a sostegno degli attuali regimi e norme in materia di protezione. I risultati dell’iniziativa hanno condotto alla redazione di due relazioni classificate sulle minacce e le capacità dei dispositivi NNEMP/HPM, sulle vulnerabilità e la prontezza delle infrastrutture critiche, nonché sui quadri normativi in materia di impulsi elettromagnetici non nucleari/microonde ad alta potenza e il consolidamento delle architetture. L’iniziativa HIPOW fornisce ai politici e ad altre parti interessate un quadro chiaro delle minacce correlate ai dispositivi NNEMP/HPM per le infrastrutture critiche e delle relative soluzioni. Queste informazioni garantiranno una drastica riduzione della frammentarietà della consapevolezza e della reattività agli attacchi basati su impulsi elettromagnetici non nucleari/microonde ad alta potenza in Europa.

Parole chiave

Attacchi elettromagnetici, infrastruttura critica, impulsi elettromagnetici non nucleari, microonde ad alta potenza

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione