Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Cospicua donazione destinata alla ricerca

L'investitore americano Warren Buffet, il secondo uomo più ricco del mondo, ha rivelato di voler devolvere in beneficenza una consistente percentuale delle sue ricchezze. Il denaro sarà gestito principalmente dalla "Bill e Melinda Gates Foundation", uno dei principali donatori...

L'investitore americano Warren Buffet, il secondo uomo più ricco del mondo, ha rivelato di voler devolvere in beneficenza una consistente percentuale delle sue ricchezze. Il denaro sarà gestito principalmente dalla "Bill e Melinda Gates Foundation", uno dei principali donatori del Fondo globale. Bill Gates ha dichiarato che la donazione potrebbe contribuire a debellare le 20 malattie più gravi del pianeta. La donazione dell'"oracolo di Omaha" è probabilmente la più cospicua della storia e potrebbe consentire di sviluppare più rapidamente una cura per alcune delle malattie infettive più comuni nonché più letali, ossia HIV/AIDS, malaria e tubercolosi. La "Bill and Melissa Gates Foundation" devolve attualmente il 60% delle sue risorse alla ricerca su queste tre malattie. Tra le priorità della fondazione figurano la ricerca di un vaccino per l'AIDS e di farmaci antimalarici che impediscano alle zanzare di individuare gli esseri umani, prevenendo la diffusione della malaria. Buffett donerà una quota decrescente di azioni a cinque fondazioni. I meccanismi dell'economia consentiranno al valore di questa quota decrescente di azioni, inizialmente pari a 1,5 miliardi di dollari, di aumentare di anno in anno, in quanto le azioni di Buffett continueranno quasi sicuramente ad apprezzarsi. Con la modestia che lo caratterizza, Warren Buffet ha dichiarato alla rivista Fortune: "Posso dire con soddisfazione di avere ormai parecchi soldi. In linea generale ho la possibilità di devolvere a scopo benefico, e lo farò, tutte le mie azioni Berkshire e di disporre ancora di molto denaro per occuparmi dei miei cari". Si prevede che la donazione ammonterà complessivamente a 37 miliardi di dollari. Anche la "Susan Thompson Buffett foundation" beneficerà della donazione, che in questo caso servirà a finanziare settori quali salute riproduttiva, pianificazione familiare, diritto alla libera scelta, non proliferazione delle armi nucleari e fondi fiduciari per i bambini. "Una mega-ricchezza dinastica aumenterebbe ulteriormente un dislivello che invece dovremmo cercare di appianare", ha dichiarato.

Paesi

Stati Uniti

Articoli correlati