Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Una rete innovativa per l'assistenza medica personalizzata, in stile UE

Gli europei continuano a fare grandi progressi nello sviluppo di tecnologie sofisticate e vantaggiose per vari settori in diverse regioni. Un nuovo progetto finanziato dall'UE porta avanti questo impegno mirando allo sviluppo di una massiccia rete di programmi per computer che...

Gli europei continuano a fare grandi progressi nello sviluppo di tecnologie sofisticate e vantaggiose per vari settori in diverse regioni. Un nuovo progetto finanziato dall'UE porta avanti questo impegno mirando allo sviluppo di una massiccia rete di programmi per computer che potrebbero rivoluzionare l'assistenza sanitaria in Europa e non solo. Sviluppata dal progetto ITFOM ("IT [information technology] future of medicine") che è sostenuto all'interno del tema "Tecnologie dell'informazione e della comunicazione" (TIC) del Settimo programma quadro (7° PQ) con ben 1,48 milioni di euro, questa rete potrebbe aiutare a risparmiare denaro … e a salvare vite. Il consorzio ITFOM, sotto la guida della Società Max Planck in Germania, comprende 25 istituti di ricerca e gruppi industriali europei e internazionali. Il team verrà ampliato man mano che il lavoro va avanti. I partner di ITFOM creeranno "pazienti virtuali" (modelli computerizzati di persone individuali) che aiuteranno gli specialisti a creare sistemi sanitari personalizzati sulla base del corredo genetico e della fisiologia dei pazienti. Questo darà sia ai dottori che ai pazienti un aiuto significativo; i dottori in particolare trarranno benefici da questo sistema perché avranno una conoscenza dello stato di salute e dell'anamnesi dei loro pazienti immediata e approfondita. Questo non solo darà ai pazienti diagnosi veloci su ciò che li affligge, ma li proteggerà dagli effetti collaterali potenzialmente letali di medicine prescritte per errore. Un'altro vantaggio è che si spenderà meno denaro in farmaci. I partner del progetto dicono che è necessario fare una serie di sviluppi nel campo delle TIC per assicurare il successo di questo tipo di pratica medica. Raccogliere e valutare i dati del paziente velocemente è fondamentale, come lo sono la conservazione dinamica e l'elaborazione in tempo reale dei dati del paziente nei relativi modelli matematici. Anche riuscire a creare nuovi sistemi in grado di imparare, prevedere e informare fa parte del piano. In questo modo si assicurerà che i professionisti della sanità e i pazienti ricevano il sostegno di cui hanno bisogno per una buona sanità e per le giuste cure. Nel piano, la tecnologia TIC - tecnologie di computazione, memorizzazione, collegamento in rete e modellazione - permetterà ai dottori di usare il genoma individuale di un paziente per informare tutte le fasi della gestione della malattia, compresa la diagnosi, la cura e il follow-up. Il modello si può adattare per soddisfare le esigenze mediche di un singolo paziente. Commentando su come i modelli computerizzati cambieranno il modo in cui si fornisce l'assistenza sanitaria, il professor Hans Westerhoff dell'Università di Manchester nel Regno Unito, uno dei partner di ITFOM, dice: "ITFOM creerà modelli generali delle vie nervose, dei tessuti, delle malattie e in definitiva di tutto l'essere umano. Questi modelli saranno quindi usati per identificare la prevenzione personalizzata e i programmi terapeutici, nonché gli effetti collaterali dei farmaci. I modelli serviranno ad aiutare la diagnosi di un problema particolare e per fornire soluzioni. Ovviamente questo dovrà essere fatto insieme al medico generico della persona a seconda della gravità della situazione. Per far diventare la medicina personalizzata una realtà sono quindi necessari progressi fondamentali della scienza computazionale. Sarà un'innovazione unica e rivoluzionaria perché permetterà alle persone di accedere al loro proprio modello sanitario. È pensato per essere un sistema ampio e semplice in grado anche di dar forma a regimi di cura. È la prima volta che enormi sistemi informatici che si occupano dell'assistenza individuale saranno associati alla genomica e alle esigenze mediche." Il professor Norman Paton, direttore della Facoltà di Informatica di Manchester, dice che ITFOM sta facendo in modo che i risultati nel campo della medicina ricevano la spinta di cui hanno bisogno. "È una fantastica opportunità per riunire i progressi di questi tre settori in rapido sviluppo per creare un cambiamento di paradigma nella pratica medica," commenta. Gli altri partner di ITFOM provengono da Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.Per maggiori informazioni, visitare: ITFOM: http://www.itfom.eu/ Università di Manchester: http://www.manchester.ac.uk/

Paesi

Austria, Belgio, Svizzera, Germania, Spagna, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Svezia

Articoli correlati