Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

E il vincitore del premio Nobel per la pace è ... l'Unione europea

L'Unione europea si è aggiunta a un club esclusivo di membri onorari come Barack Obama e Nelson Mandela in quanto vincitrice di quest'anno del premio Nobel per la pace. L'unione di 27 paesi europei è stata premiata per aver contribuito per sei decenni alla pace e alla riconc...

L'Unione europea si è aggiunta a un club esclusivo di membri onorari come Barack Obama e Nelson Mandela in quanto vincitrice di quest'anno del premio Nobel per la pace. L'unione di 27 paesi europei è stata premiata per aver contribuito per sei decenni alla pace e alla riconciliazione, alla democrazia e ai diritti umani. Il Comitato norvegese per il premio Nobel per la pace ha scelto l'UE per il suo contributo a trasformare la maggior parte dell'Europa da un continente in guerra a un continente di pace. Il premio serve a ricordare che l'UE ha portato la pace in un continente che si era spaccato durante due guerre mondiali nelle quali decine di milioni di persone sono morte. Il presidente del comitato Nobel, Thorbjoern Jagland, ha elogiato l'UE per aver ricostruito l'Europa dopo la devastazione della Seconda guerra mondiale e per il suo contributo nella diffusione della stabilità dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989. In una dichiarazione congiunta, il presidente del Consiglio europeo e il presidente della Commissione europea hanno detto: "È un grandissimo onore per l'Unione europea ricevere il premio Nobel per la pace 2012. Questo premio è il massimo riconoscimento delle profonde motivazioni politiche della nostra Unione: l'enorme impegno di ancora più stati europei per superare la guerra e le divisioni e per formare insieme un continente di pace e prosperità. È un premio non solo per il progetto e le istituzioni che incarnano un interesse comune, ma per i 500 milioni di cittadini che vivono nell'Unione." Ogni anno, il Comitato norvegese per il Nobel manda migliaia di lettere invitando persone qualificate e selezionate a presentare le loro proposte per il premio Nobel per la pace. I nomi di tutti i candidati non possono essere rivelati per 50 anni, anche se il comitato del premio Nobel per la pace ne rivela alcuni ogni anno. Quest'anno ci sono state 231 nomine per il premio. Tra il 1901 e il 2012 il premio Nobel per la pace è stato assegnato 93 volte a 124 Premi Nobel, 100 singoli e 24 organizzazioni. Tra i vincitori del passato ci sono: il Comitato internazionale della Croce Rossa e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati; mentre tra i singoli ci sono: Theodore Roosevelt, Madre Teresa e Martin Luther King. Incredibilmente ci sono una serie di eminenti figure che non hanno superato la fase di candidatura, come Winston Churchill, Mahatma Gandhi, Joseph Stalin e in modo controverso Adolf Hitler - anche se la sua candidatura fu rapidamente ritirata da chi l'aveva proposta (un membro del parlamento svedese), dichiarando che non era mai stata sua intenzione che la candidatura fosse presa sul serio. Il premio di quest'anno è un riconoscimento dell'impegno dell'Unione europea per mezzo secolo di pace, stabilità e prosperità. Quella che è partita come un'unione puramente economica è diventata un'organizzazione che si occupa di diversi campi politici, dallo sviluppo all'ambiente e la ricerca. In questo tempo l'UE ha fatto cambiamenti significativi come il lancio della moneta unica per aiutare a innalzare il tenore di vita e abolire i controlli alla frontiera tra gli stati dell'UE. Questo ha permesso alle persone di viaggiare liberamente per quasi tutto il continente e di vivere e lavorare all'estero. Il Comitato norvegese per il premio Nobel per la pace ha scelto il lavoro dell'UE che, ha detto, ha rappresentato "la fratellanza tra le nazioni", che corrisponde a una forma di quei "congressi di pace" cui si riferiva Alfred Nobel nei criteri per il premio per la pace nel suo testamento del 1895. Il 10 dicembre l'UE riceverà un premio di 1,2 milioni di dollari USA dal Comitato per il premio Nobel.Per maggiori informazioni, visitare: http://www.nobelprize.org/

Articoli correlati