Skip to main content

Novel nanometrically structured therapeutic hydrogel as injectable for fascial tissues surrounding the nerves intended for preventive treatment of chronic pain

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un polimero iniettabile per il rilascio rapido di medicinali antidolorifici

Il dolore acuto, se non è trattato correttamente, può diventare cronico, portando a una grave invalidità permanente. Per il trattamento efficace del dolore cronico, alcuni ricercatori europei hanno sviluppato una soluzione iniettabile per il rilascio localizzato e controllato di medicinali antidolorifici.

Salute

I prodotti esistenti sul mercato non prevengono il dolore cronico, ma sono delle cure palliative che alleviano temporaneamente i sintomi. Le strategie multimodali di iniezioni farmacologiche uniscono gli oppiacei ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e ad altri medicinali per prevenire la transizione da dolore acuto a cronico. Tuttavia, tali strategie richiedono dosi elevate che comportano gravi effetti collaterali, tossicità e una bassa efficacia.

Un vettore biocompatibile per la somministrazione localizzata di farmaci

Il progetto TherGelFas, intrapreso grazie al supporto del programma di azioni Marie Skłodowska-Curie, ha sviluppato un prodotto iniettabile per migliorare gli interventi esistenti che inibiscono i nervi durante e dopo un intervento chirurgico. «Il nostro obiettivo era quello di unire materiali avanzati per generare un prodotto in grado di rilasciare i FANS e altri farmaci in modo controllato e quindi di evitare che il dolore acuto diventasse cronico», spiega Manu Muñoz, coordinatore del progetto e amministratore delegato di i+Med. La soluzione di TherGelFas comprende un idrogel nanostrutturato basato sull’acido ialuronico che ha la capacità di bloccare e rilasciare diversi farmaci. Il polimero è biocompatibile, biodegradabile e possiede proprietà antisettiche; il suo principale vantaggio è quello di rilasciare i farmaci nel sito bersaglio in modo controllato. Tale modalità estende l’effetto terapeutico e riduce la concentrazione del farmaco ottenuta con i metodi tradizionali. Inoltre, essa migliora il profilo farmacocinetico dei farmaci che si traduce in una minore tossicità e in effetti collaterali ridotti. «In sostanza il nostro approccio offre ai farmaci esistenti l’opportunità di essere più efficaci con dosi inferiori», illustra Muñoz. I ricercatori hanno sintetizzato le nuove formulazioni di idrogel e hanno sperimentato la loro capacità nel trasportare e rilasciare farmaci attivi. Sono state inoltre testate nanoparticelle di idrogel adeguatamente funzionalizzate per un migliore controllo del farmaco. Le diverse formulazioni di idrogel di TherGelFas sono state sottoposte a test fisico-chimici per garantire una corretta viscosità, adeguate proprietà meccaniche, stabilità e biodegradabilità. Alcuni screening per la sicurezza in vitro e in vivo hanno generato risultati incoraggianti per valutare ulteriormente il prodotto nell’ambito dell’efficacia in studi clinici.

Verso una migliore gestione del dolore

È opinione diffusa che per prevenire il dolore cronico sia fondamentale cominciare la terapia antidolorifica già durante l’intervento chirurgico o in seguito. «Unendo diverse tecnologie e biomateriali avanzati, abbiamo ottenuto un prodotto medicinale scalabile a livello industriale, pronto da testare e certificato per la gestione efficace del dolore», sottolinea Muñoz. Soprattutto, il polimero iniettabile di TherGelFas può essere impiegato in metodologie per la ripresa «rapida» in cui viene utilizzata una combinazione di medicinali usati comunemente. Il rilascio spaziotemporale corretto dei farmaci sui nervi supera la diffusione casuale e garantisce una maggiore efficacia. Attualmente, i ricercatori sono nella fase di produzione dell’idrogel iniettabile secondo le buone prassi di fabbricazione (GMP), pronto per essere testato in uno studio clinico a seguito dell’approvazione normativa. Sono stati già eseguiti un’analisi del piano economico e uno studio di fattibilità per la commercializzazione e il marketing del prodotto. Considerando che le malattie legate al dolore cronico comportano un notevole onere socioeconomico e possono portare alla pensione di invalidità, la strategia per la somministrazione di farmaci di TherGelFas ha il potenziale di ridurre i costi del trattamento e quelli sanitari. Aspetto ancora più importante, tale strategia può contribuire alla prevenzione del dolore cronico, migliorando la qualità della vita delle persone malate.

Parole chiave

TherGelFas, farmaco, dolore cronico, idrogel, FANS, polimero iniettabile

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione