Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

I venti di cambiamento per l’ispezione delle turbine eoliche

Le turbine eoliche, che si trovano ad altezze superiori ai 100 metri in luoghi molto remoti ed esposti, sono difficili e costose da ispezionare. Il progetto WEGOOI, finanziato dall’UE, ha la soluzione giusta.

Energia

L’ispezione delle turbine eoliche è spesso effettuata da lavoratori in quota appositamente formati che utilizzano attrezzature di sollevamento ed è un’attività potenzialmente pericolosa, costosa e che richiede tempo. A livello mondiale, il mercato dell’ispezione delle turbine eoliche si aggira intorno agli 800 milioni di EUR all’anno e ciò rappresenta una grande opportunità per ridurre in modo significativo i costi, il che avrà un impatto profondo sulla catena del valore. Le piattaforme di droni esistenti richiedono un monitoraggio costante sul campo e ore di lavoro per l’elaborazione dei dati, rendendo i compiti di ispezione faticosi e inefficienti. Inoltre, i risultati delle ispezioni richiedono diversi giorni perché l’elaborazione è basata sul cloud e non è quindi in tempo reale.

L’ispettore di droni WEGOOI spicca il volo

Il progetto WEGOOI, finanziato dall’UE, ha sviluppato un drone autonomo per l’ispezione delle turbine eoliche che può essere usato per le piattaforme sia sulla terraferma sia in mare aperto. Come coordinatore del progetto e amministratore delegato dell’azienda ospitante Alerion Technologies, Oier Penagaricano sottolinea: «Il drone è in grado di eseguire l’ispezione in meno di 15 minuti mantenendo la struttura sempre centrata nell’immagine.» WEGOOI ha sviluppato un software per ampliare la traiettoria o il percorso di navigazione del drone in modo da inglobare tutte e tre le pale dai quattro lati in un unico volo. Per quanto riguarda l’atterraggio, l’aggiornamento consente di atterrare su una barca in movimento, il che è importante per le ispezioni in mare aperto. Ne risultano ispezioni efficienti e di alta qualità che sono completamente autonome e individuano potenziali danni in tempo reale ma non solo: in questo modo, infatti, vengono anche eliminati gli incidenti del personale di ispezione. I voli dimostrativi, che originariamente erano stati previsti per il Mare del Nord in Danimarca e nei Paesi Bassi, sono stati fortemente limitati a causa delle restrizioni dovute alla COVID-19. «Dopo alcuni tentativi inutili, siamo finalmente riusciti a fare una dimostrazione nelle isole Canarie. Tuttavia, l’unica turbina eolica in Spagna si trova vicino a un aeroporto e a una base militare, il che ha richiesto mesi di scartoffie per dimostrare che il drone potesse volare in sicurezza in queste aree», racconta Penagaricano.

Prossimi voli previsti per WEGOOI

Il lavoro futuro sarà rivolto a industrializzare la piattaforma WEGOOI trasformandola da prototipo a prodotto e a espandere l’attività, in particolare in mare aperto. «La parte software della piattaforma è pronta, ma è necessario sviluppare la parte hardware secondo gli standard richiesti dall’ambiente marittimo per creare un prodotto solido e operativo nel parco eolico per tutto l’anno», evidenzia Penagaricano. L’obiettivo è quello di rendere le ispezioni in mare aperto efficienti e completamente automatizzate, dimezzando significativamente i costi rispetto a quelli di altre piattaforme di droni. «Come azienda, stiamo anche lavorando sulla digitalizzazione delle turbine eoliche per aumentare la produzione di energia e ridurre i costi di manutenzione», aggiunge. In questo modo saranno offerti servizi di ispezione combinati con una piattaforma di IA sviluppata internamente per la valutazione dei danni. Penagaricano sintetizza: «Ritengo sia importante osservare che abbiamo adottato un approccio diverso rispetto alla maggior parte delle aziende, poiché abbiamo deciso di sviluppare il software e l’hardware del nostro drone partendo da zero e avvalendoci di talenti locali.» La maggior parte dei sensori e dei componenti del progetto sono stati reperiti in Europa (e solo alcuni negli Stati Uniti). Tutto questo ha comportato un percorso più lungo, ma il risultato è stato la realizzazione di un drone unico nel suo genere, completamente progettato, sviluppato, costruito e gestito in Spagna.

Parole chiave

WEGOOI, ispezione, drone, turbina eolica, software, mare aperto, terraferma

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione