Skip to main content

Virtual Environments for Rehabilitation of Gender Violence Offenders

Descrizione del progetto

I colpevoli di violenza domestica diventano le vittime «virtuali»

La violenza contro le donne è una pandemia globale che ha colpito o colpirà una donna su tre nel corso della vita, la cui forma più prevalente è la violenza inflitta dal partner. Sebbene costituisca una violazione dei diritti umani fondamentali, spesso la violenza domestica non viene segnalata e i colpevoli non vengono scoperti. La ricerca svolta sui colpevoli dimostra che non sono solitamente in grado di riconoscere la paura sul volto di una donna. Il progetto VRespect.Me finanziato dall’UE, utilizzerà il metodo della realtà virtuale immersiva per alterare i processi socio-percettivi che motivano i comportamenti aggressivi degli uomini colpevoli dell’abuso. Il progetto sarà condotto in Catalogna, dove i colpevoli vestiranno virtualmente i panni di una donna vittima di abuso. L’obiettivo consiste nell’aiutare questi uomini a sviluppare empatia e porre fine al ciclo di abusi.

Invito a presentare proposte

H2020-EIC-SMEInst-2018-2020

Vedi altri progetti per questo bando

Bando secondario

H2020-SMEInst-2018-2020-1

Meccanismo di finanziamento

SME-1 - SME instrument phase 1

Coordinatore

VIRTUAL BODYWORKS SL
Contribution nette de l'UE
€ 50 000,00
Indirizzo
Carrer De Llanca Num. 51 P.12 Pta.2
08015 Barcelona
Spagna

Mostra sulla mappa

Regione
Este Cataluña Barcelona
Tipo di attività
Private for-profit entities (excluding Higher or Secondary Education Establishments)
Contributo di paesi terzi
€ 21 429,00