Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Droni, smartphone e tecnologie cloud supportano decisioni intelligenti nell’edilizia

Il settore edilizio si trova in una posizione unica per affrontare le sfide legate ai cambiamenti climatici e all’efficienza energetica. Innovazioni ad alta tecnologia per ispezioni sul campo rapide e accurate semplificheranno tale processo.

Economia digitale
Tecnologie industriali

L’edilizia genera il 9 % del prodotto interno lordo (PIL) dell’UE e rappresenta il 31 % dell’occupazione industriale, ovvero 18 milioni di posti di lavoro. Nonostante questo ruolo fondamentale, il settore è rimasto indietro rispetto agli altri nel generare nuove tecnologie per il miglioramento della produttività. Il progetto Built2Spec, finanziato dall’UE, si prefigge di trovare una soluzione. A terra e nel cloud Come spiega il coordinatore del progetto, Germain Adell, «Built2Spec riunisce progressi tecnologici rivoluzionari per l’autoispezione e garanzia della qualità che contribuiranno a soddisfare gli obiettivi di efficienza energetica dell’UE, i nuovi standard costruttivi e le relative ambizioni politiche». Molto più che singoli strumenti di costruzione e ispezione ad alta tecnologia, la loro soluzione olistica include l’archiviazione centralizzata dei dati e la condivisione delle informazioni in tempo reale con la piattaforma virtuale di gestione edilizia (VCMP) basata su cloud. Il BIM (Rapid Building Information Modeling) utilizza la scansione 3D tramite una varietà di dispositivi tra cui droni, telecamere e Microsoft HoloLens. Al fine di semplificare il processo di quotazione, la valutazione istantanea e accurata dell’efficienza energetica e i controlli di qualità in loco possono essere trasferiti all'amministrazione tramite la VCMP. La cassetta degli attrezzi comprende dispositivi portatili per la verifica di acustica, tenuta ermetica e prove termiche, nonché un singolo dispositivo per la valutazione multigas degli inquinanti gassosi più dannosi. I materiali da costruzione intelligenti con sensori incorporati o l’identificazione a radiofrequenza (RFID) supportano il monitoraggio in tempo reale del comportamento fisico e termico delle strutture. Inizia una nuova era per ispezione in loco e garanzia della qualità rapide Adell ha spiegato come potrebbe avvenire un’ispezione tipica con le tecnologie di Built2Spec. Arrivando sul posto di lavoro con uno smartphone o un tablet, il tecnico sincronizza il dispositivo con la VCMP di Built2Spec. I dati provenienti dall’indagine termica aerea effettuata da un drone segnalano una finestra al terzo piano, quindi il tecnico si avvicina per approfondire. Il lettore RFID per smartphone individua i sistemi di finestre utilizzati e il modello BIM verifica la conformità tra le specifiche di progettazione e il modello effettivo installato. Sul tablet è possibile riesaminare le linee guida di installazione dalle specifiche del produttore, nonché i processi di installazione e di autoispezione. Il tecnico può anche vedere quando è stato svolto il lavoro, chi lo ha eseguito e i risultati della verifica di autoispezione. Dopo aver determinato che il segnale è causato da un lavoro incompiuto, il tecnico può inviare un messaggio al subappaltatore per determinare il motivo, documentare l’ispezione includendo un’immagine dell’installazione della finestra, firmare elettronicamente la documentazione e inviarla al responsabile del progetto e al dipartimento di garanzia della qualità. Le PMI europee prendono la palla al balzo I progressi di Built2Spec stanno migliorando le posizioni dei partner nel competitivo mercato edilizio. Un primo esempio è Ecofix, una PMI edile irlandese. Secondo Adell, «L’impresa si è trasformata per diventare il principale appaltatore specializzato in Irlanda di involucri edilizi ad alte prestazioni e a basso consumo energetico». Sulla scia del sito dimostrativo di 59 unità per le tecnologie di Built2Spec, Ecofix si è impegnata a costruire 4 500 abitazioni nei prossimi 5-7 anni. Ciò potrebbe più che decuplicare le entrate. Secondo Adell, «Aprire nuovi mercati per i partner del progetto e trasferire le tecnologie nel settore edilizio è l’unico modo per garantire che il progetto abbia un impatto reale. E sta succedendo ora». La cassetta degli attrezzi di Built2Spec di strumenti di ispezione connessi al cloud sta rivoluzionando il modo in cui il settore edile fa affari.

Parole chiave

Built2Spec, edilizia, ispezione, termico, garanzia della qualità, piattaforma virtuale di gestione edilizia (VCMP), costruzione, cloud, dati, identificazione a radiofrequenza (RFID), efficienza energetica, modello, building information modelling (BIM), cassetta degli attrezzi, drone

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione