Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

La risposta alla domanda contribuisce a realizzare le potenzialità della rete intelligente

Di fatto, al momento solo poche reti intelligenti (SG, Smart Grid), basate su operazioni automatizzate e misurazioni intelligenti, sono attive e funzionanti in Europa. La diversità degli utenti e le risorse energetiche rinnovabili rappresentano una vera e propria sfida per il modello economico. Focalizzandosi sulle strategie di remunerazione dei consumatori, un progetto dell’UE spera di rendere le SG più attraenti.

Energia

Pur fornendo alternative ai combustibili fossili, la natura intermittente dell’energia rinnovabile rende difficile la corrispondenza tra offerta e domanda per le reti elettriche. Anche con investimenti significativi in reti intelligenti, l’attenzione rivolta al lato della produzione si traduce in scarsi ritorni finanziari e forniture di energia inefficienti. Il progetto Marie-Curie DREAM-GO, finanziato dall’UE, ha basato la sua soluzione sul lato della domanda dell’equazione energetica. Il team ha modellato e implementato applicazioni per l’aggregazione delle risorse energetiche, la remunerazione dei consumatori e il controllo del carico diretto. I risultati sono stati convalidati in installazioni pilota e in una simulazione in tempo reale, comprendente la modellizzazione di tutti i componenti SG. La conseguente risposta alla domanda a breve termine e in tempo reale, avvantaggia il consumatore e il sistema energetico in generale. Risposta alla domanda a breve termine e in tempo reale Una rete intelligente è un concetto generale che contempla i vantaggi tecnici, economici e sociali ottenuti dall’implementazione di un sistema intelligente, autonomo, decentralizzato ed energetico. Attualmente, nella pratica esistono solo poche SG reali, progettate principalmente attorno a soluzioni tecniche quali operazioni automatizzate e misurazione intelligente. I vantaggi economici che potrebbero derivare dal collegamento di diversi elementi del sistema, quali i consumatori con il mercato dell’elettricità all’ingrosso, rappresentano una sfida significativa, in gran parte dovuta alla diversità delle parti interessate e delle risorse coinvolte. Mentre gli aspetti sociali, quali il coinvolgimento attivo dei consumatori, sono ancora in uno stadio molto iniziale. Dopo aver analizzato le lacune nello stato attuale della tecnica, DREAM-GO ha sviluppato e implementato modelli di business che raccolgono la flessibilità del consumo, posizionando il consumatore come attore attivo e integrando la moltitudine di risorse nel sistema. La chiave di tutto ciò è stata la creazione di strategie di remunerazione dei consumatori e la possibilità di interagire reciprocamente con i principali attori. Il sistema opera attraverso una piattaforma personalizzata, che informa in tempo reale i consumatori sui prezzi e sull’impatto della sostenibilità delle loro decisioni sul consumo energetico. Offre quindi una gamma di soluzioni per sfruttare le opportunità di risposta alla domanda disponibili, ad esempio quando accendere e spegnere il riscaldamento o utilizzare la lavatrice. «Abbiamo osservato, ad esempio, il consumo di energia proveniente da fonti eoliche e solari, visualizzando i prezzi dell’elettricità in tempo reale. Non sorprende che i consumatori ne utilizzassero di più quando i prezzi erano più bassi e meno quando erano più alti», afferma la dott.ssa Zita Vale, coordinatrice del progetto. «Così i costi operativi generali sono stati ridotti e i prezzi dell’energia sono stati mantenuti a livelli ragionevoli, il che ha incrementato l’uso delle energie rinnovabili!» I risultati sono stati testati e convalidati in un edificio del Politecnico di Porto, in Portogallo, coinvolgendo oltre 30 persone che interagiscono quotidianamente con il sistema. La piattaforma di simulazione è stata applicata anche dai partner DREAM-GO (alcune PMI in Portogallo, Spagna e Germania e un partner accademico negli Stati Uniti) a scenari aggiuntivi, utilizzando dati in diversi contesti normativi per garantire l’idoneità per diversi paesi e realtà di mercato. Diffondere la risposta alla domanda Attualmente, nei paesi in cui l’attuazione della risposta alla domanda di energia è relativamente avanzata, la tecnologia DREAM-GO può essere già adottata. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, sarebbero comunque necessarie alcune modifiche normative per sfruttare appieno il sistema. «Con l’aiuto dei partner delle PMI del progetto, miriamo a rendere progressivamente disponibili le soluzioni ai diversi mercati, incorporandole nei prodotti esistenti fino a quando il mercato non sarà pronto per l’implementazione completa», afferma la dott.ssa Vale. Per adesso, il team sta lavorando all’ulteriore miglioramento dei componenti software e hardware per integrarli nei mercati locali, in particolare negli edifici residenziali e negli uffici.

Parole chiave

DREAM-GO, reti intelligenti, energia rinnovabile, risposta alla domanda, energia, vento, solare, flessibilità dei consumi, consumatore

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione