Skip to main content

Low Cost Onshore Power Supply

Article Category

Article available in the folowing languages:

Navi alimentate con energia verde proveniente dalla banchina

L’azienda danese di ingegneria PowerCon ha svelato un sistema a terra, competitivo in termini di costi, che fornisce energia alle navi nell’area vicina al molo. Il sistema fornirà elettricità alle navi da crociera di qualsiasi dimensione e con qualsiasi schema del sistema elettrico, consentendo loro di spegnere i motori e di ridurre gli inquinanti nocivi durante i giorni di sosta.

Trasporti e Mobilità
Energia

Al giorno d’oggi, i porti sono raramente equipaggiati per fornire elettricità dalla riva alle imbarcazioni, né queste ultime sono solitamente attrezzate per riceverla in questo modo. Normalmente, l’energia necessaria per le navi attraccate viene generata dai motori ausiliari delle stesse imbarcazioni, che azionano un generatore elettrico. Il motore ausiliario consuma gasolio oppure olio pesante per produrre elettricità, ma genera anche gas di scarico tossici, rumore e vibrazioni. La fornitura di energia da terra (OPS, Onshore Power Supply) può svolgere un ruolo chiave nel miglioramento della qualità dell’aria locale e nella riduzione dell’inquinamento acustico nei porti, limitando allo stesso tempo la devastazione dei cambiamenti climatici. Nonostante i chiari benefici ambientali, l’adozione della OPS è stata finora lenta nel settore marittimo. Sfavorevole legislazione dell’UE Le raccomandazioni europee iniziali riguardanti la promozione della qualità dell’aria nei porti mediante la OPS risalgono al 2007. «Fino ad allora, l’elettricità prodotta dalla combustione dell’olio per uso navale era esentasse. Inoltre, quando le navi ormeggiate si collegavano al sistema elettrico a terra, dovevano pagare le tasse applicate sull’elettricità», spiega Peter Castberg Knudsen, comproprietario di PowerCon. La situazione è cambiata del tutto quando la direttiva sulla tassazione dei prodotti energetici ha messo l’utilizzo dell’elettricità proveniente da terra su un piano paritario con quella generata mediante combustione dell’olio per uso navale esentasse a bordo delle navi. «L’uso dell’energia ausiliaria sulle grandi navi da crociera all’ormeggio può raggiungere i 16 MW. Questo valore è paragonabile al consumo di elettricità di una piccola cittadina europea con 10 000 abitanti», sottolinea Knudsen. «Degli studi stimano che se tutte le navi d’alto mare e delle acque interne nei porti europei nel 2020 utilizzassero l’energia proveniente da terra per coprire la loro domanda energetica mentre sono ormeggiate, consumerebbero 3 543 GWh annualmente. Questo corrisponde allo 0,1 % del consumo di elettricità dell’intera Europa nel 2012». Frequenze elettriche variabili La maggior parte delle navi da crociera utilizza a bordo una tensione e una frequenza elettriche differenti rispetto a quelle usate a terra nella normale rete elettrica. Quasi tutte tendono ad avere a bordo sistemi elettrici a 60 Hz. Altri sistemi a terra richiedono costosi convertitori per adattarsi alle navi che operano a 50 Hz. La tecnologia che va bene sia a bordo che a terra è costosa. Grazie al finanziamento dell’UE al progetto LoCOPS, PowerCon ha superato con successo questa barriera. «Il sistema LoCOPS può essere visto come una grande e avanzata presa di corrente in grado di convertire la frequenza e la tensione al fine di adattarsi alle caratteristiche presenti a bordo dell’imbarcazione», spiega Knudsen. Il sistema OPS appena sviluppato soddisfa i necessari standard internazionali IEC/ISO/IEEE 80005-1 (connessione via cavo tra terra e nave in media tensione). Le tensioni di 6,6 e 11 kV sono entrambe fornite nelle frequenze di 50 e 60 Hertz. La novità di questo nuovo sistema compatto è rappresentata dal fatto che è stato adattato a partire da un sistema a energia rinnovabile delle turbine eoliche. Questo lo rende estremamente efficace in termini di costi rispetto alle soluzioni concorrenti. Prossimi passi Ottenere dei prezzi competitivi sull’energia verde fornita a grandi imbarcazioni, quali ad esempio le navi da crociera, ci fa progredire verso una società più sostenibile. «Nel corso degli ultimi 20 anni, è stato compiuto un notevole progresso nello sviluppo e nella commercializzazione dell’utilizzo dell’elettronica di potenza. Probabilmente questa tendenza continuerà, con prezzi sempre più competitivi e sistemi con prestazioni migliori», conclude Knudsen.

Parole chiave

LoCOPS, fornitura di energia da terra (OPS, onshore power supply), nave da crociera, tensione, PowerCon, frequenza, elettricità da terra, turbine eoliche

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione