Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

L’analisi delle pratiche agricole può favorire la produzione sostenibile ed evitare la deforestazione tropicale

LAMAR ha esaminato i rapporti sociali, ambientali e agricoli tra gli agricoltori in Africa e in Asia per capire come incidano sulle società locali pratiche quali la certificazione del prodotto.

Cambiamento climatico e Ambiente

Alla deforestazione tropicale contribuiscono numerosi fattori sociali e industriali, tra i quali vi sono le pratiche agricole, l’appropriazione delle terre e la speculazione fondiaria. Il modo in cui la terra viene utilizzata è una conseguenza di fattori sociali, economici e ambientali interconnessi, ma non è ancora perfettamente chiaro come questi interagiscano caso per caso e su scala globale. Il progetto LAMAR ha esplorato alcuni di questi rapporti approfondendo le pratiche conservative, agricole e sociali, avvalendosi di approcci di gestione del territorio sia dall’alto verso il basso che dal basso verso l’alto. Il progetto ha cercato di approfondire i conflitti e i compromessi tra le diverse pratiche di uso del suolo, considerando ad esempio il modo in cui i sistemi agricoli a conduzione familiare, per raccolti quali olio di palma e cacao, conducano al cambiamento dell’ecosistema. L’obiettivo finale è capire come sia possibile agevolare le pratiche sostenibili nel lungo termine per ridurre la deforestazione tropicale e contribuire a mitigare i cambiamenti climatici, alimentando al contempo le politiche per migliorare la sicurezza alimentare e i mezzi di sostentamento locali. I piccoli coltivatori svolgono un ruolo fondamentale nella produzione dell’olio di palma e di altri beni di rilievo. Tuttavia, le iniziative attuali per la sostenibilità, quali la certificazione, non sono ben concepite per soddisfare le loro esigenze e rappresentano una minaccia per i mezzi di sostentamento dei piccoli coltivatori. «Per questo motivo siamo stati molto entusiasti di ospitare il progetto LAMAR, concepito e guidato dalla ricercatrice Kaysara Khatun», spiega Constance L. McDermott dell’Università di Oxford, supervisore del progetto LAMAR.

Sul campo

Il progetto LAMAR ha operato sul campo in modo mirato, considerando la produzione di cacao e olio di palma dei piccoli coltivatori in Ghana e in Indonesia. Gli studi hanno esaminato una vasta gamma di produttori agricoli: dagli agricoltori indipendenti del Ghana che raccolgono i palmisti nativi per uso domestico, ai sistemi di azionariato fondiario in Indonesia che producono in collaborazione prodotti dell’olio di palma standardizzati per le società multinazionali e i mercati di prodotti globali. Il team ha voluto scoprire se e come la certificazione per prodotti quali l’olio di palma stesse incidendo sui mezzi di sostentamento degli agricoltori locali. Vi sono state due linee di ricerca. La prima finalizzata a comprendere la gestione dei «servizi ecosistemici», benefici che l’uomo può trarre dall’ambiente naturale, oltre al modo in cui ciò si connette con le pratiche agricole e i prodotti della terra più consolidati. Questo ha incluso i servizi ecosistemici in materia di mezzi di sostentamento umani, ma anche il modo in cui le pratiche dell’uomo hanno effetto sull’ambiente stesso, oltre alla resilienza di tale ecosistema. Il secondo canale di ricerca ha definito il modo in cui l’appropriazione del suolo finalizzata alle materie prime incide sulle società locali e, nello specifico, ha definito la richiesta globale per due raccolti destinati alla vendita: olio di palma e cacao. Tale linea di ricerca ha inoltre definito la miriade di politiche e richieste nazionali e internazionali che potrebbero alimentare le appropriazioni di terre, tra cui la deforestazione.

Raccogliere i riconoscimenti per la ricerca

Molte di queste pratiche sociali e agricole sono oggetto di accese discussioni e non del tutto comprese. Gli approfondimenti acquisiti tramite il progetto LAMAR alimenteranno e ispireranno un’altra ricerca accademica in questo campo, in particolare rispetto alla globalizzazione economica, alla crisi attuale della biodiversità e alla minaccia incombente dei cambiamenti climatici. Gli studi derivati, pubblicati tramite il progetto, contribuiranno alla letteratura scientifica sulla silvicoltura sostenibile e sulle filiere produttive di beni. Inoltre, i vari risultati saranno utili per concepire le politiche future destinate a promuovere la produzione sostenibile e la sicurezza alimentare globale. «Il nostro programma sull’uso del suolo e i cambiamenti ambientali presso l’ECI vorrebbe proseguire il lavoro in quest’ambito generale della ricerca al fine di comprendere quali tipi di approccio e strategia di governance siano più promettenti per supportare i mezzi di sostentamento sostenibili locali», afferma McDermott. Questa ricerca è stata intrapresa con il supporto del programma Marie Skłodowska-Curie.

Parole chiave

LAMAR, terra, gestione, clima, Ghana, Indonesia, cacao, olio di palma

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione