Skip to main content

Removal and Recovery of Heavy Metals from Waste Water by Sand Filters Inoculated with Metal Biosorbing or Bioprecipitating Bacteria

Article Category

Article available in the folowing languages:

Filtri contro l'inquinamento da metalli pesanti

Grazie ad una tecnologia che permette di rimuovere i metalli pesanti presenti nelle acque di rifiuto delle industrie che ne fanno uso è possibile ridurre notevolmente l'inquinamento dell'acqua destinata all'approvvigionamento idrico

Cambiamento climatico e Ambiente

Questa tecnologia si basa sull'utilizzo di filtri a sabbia contenenti speciali batteri capaci di assorbire o di far precipitare poco più dell'80 per cento dei metalli pesanti quali lo zinco, il rame e l'alluminio. Inoltre, a differenza delle tecnologie esistenti, questo tasso di assorbimento può essere mantenuto costante nel tempo, grazie al sistema di depurazione permanente incorporato nel filtro. Questo metodo non solo è altamente efficace, ma non danneggia in nessun modo i batteri, i quali continuano a moltiplicarsi nella sabbia grazie ad un processo di alimentazione continua. Per le società che si occupano di trattamento dei metalli o che operano nel settore minerario, questa tecnologia rappresenta un metodo economico ed efficace di ottemperare alle normative ambientali introdotte recentemente a livello comunitario e ridurre così al minimo le tasse dovute per lo smaltimento dei metalli pesanti. Inoltre, la riduzione dell'inquinamento è un fattore positivo per l'ambiente in generale e la salute umana in particolare, poiché si sospetta che i metalli pesanti siano cancerogeni. Per giunta, è possibile fin d'ora recuperare e riutilizzare i metalli contenuti nei fanghi derivanti dal processo di pulitura del filtro, eliminandoli così senza alcun pericolo per l'ambiente.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione