Skip to main content

Understanding and responding to societal demands on corporate responsibility

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una migliore strategia commerciale per una migliore performance sociale

Un'iniziativa europea ha esplorato modalità con cui le imprese potrebbero potenziare la responsabilità sociale d'impresa. L'impegno del progetto fanno sperare in notevoli vantaggi per i soggetti interessati e la società nel suo complesso.

Cambiamento climatico e Ambiente

Il progetto Response ("Understanding and responding to societal demands on corporate responsibility") è stato avviato per studiare la natura delle esigenze della società su decisioni e azioni di organizzazioni commerciali dal punto di vista della strategia d'impresa. Il programma finanziato dall'UE si proponeva di rispondere a due principali questioni: la prima riguarda il modo in cui le imprese interpretano le loro responsabilità rispetto alla società (la cosiddetta responsabilità sociale d'impresa, ovvero CSR) e come ciò differisca dalle effettive aspettative degli agenti sociali; la seconda riguarda il modo con cui le imprese possono affrontare le crescenti domande della società (legate alle loro attività), nonché una carenza più ampia tra ciò che la società si attende e ciò che imprese sono pronte a dare. La base di conoscenze comprovate da cui procedere è stata costituita da un totale di 427 interviste che hanno coinvolto 19 imprese di numerosi settori. I ricercatori hanno eseguito un complesso protocollo di ricerca in cui è stata compresa una missione di un giorno per l'accertamento approfondito dei fatti. L'analisi dei dati raccolti ha fatto emergere esiti significativi correlati agli argomenti di interesse. I componenti del progetto hanno rilevato un'ampia distanza tra l'interpretazione del concetto di responsabilità sociale d'impresa secondo i manager e i soggetti interessati: il punto di vista sulla responsabilità d'impresa del primo gruppo é risultato più conservativo. È sembrato che l'interpretazione accolta dai soggetti interessati preveda una nozione più ampia di impresa estesa, che attribuisce importanza all'integrazione degli interessi di soggetti interessati in senso più lato e della società nel suo complesso. I risultati hanno indicato anche che a una distanza maggiore (la cosiddetta assenza di allineamento cognitivo) corrisponde una minore performance sociale. Le industrie e le regioni più dinamiche sono state associate a un miglior allineamento, in presenza di una maggiore pressione degli agenti esterni. Sono stati analizzati i fattori interni chiave che appaiono influenzare il grado di allineamento. Dai risultati emerge che le imprese associate a un allineamento superiore coincidevano con quelle che adottano una strategia di differenziazione, motivate da un caso di impresa orientata all'innovazione e/o che dà priorità a iniziative di cambiamento interno. Sulla base delle informazioni raccolte e sulle conoscenze generate, Response ha concentrato l'attenzione su vari punti, allo scopo di consentire a quadri e manager la possibilità di individuare modalità capaci di favorire la performance sociale. In base alle risultanze del progetto, il team è anche riuscito a richiamare l'attenzione su punti significativi per varie categorie di soggetti interessati, nonché a indicare implicazioni fondamentali da sottoporre all'esame attento delle pertinenti istituzioni dotate di decisionalità politica . Pertanto, i risultati del progetto Response hanno molto da offrire alle imprese che cercano di ampliare le loro performance nell'area CSR e, per estensione, possono procurare benefici diretti e indiretti ai consumatori e alla società nel suo complesso.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione