Skip to main content

Immunophotodynamic therapy of cancer: concepts and applications

Article Category

Article available in the folowing languages:

La dinamica della luce per il trattamento del cancro

La ricerca sta scavando a fondo nel perfezionamento di un rivoluzionario trattamento per il cancro, la terapia fotodinamica (PTD). Utilizzando la luce, l'ossigeno reattivo e i fotosensibilizzanti legati ad anticorpi specificamente progettati gli scienziati stanno per realizzare una terapia anti-cancro altamente specifica.

Salute

La PTD è un trattamento ingegnoso che utilizza un farmaco, un fotosensibilizzante, che assorbe la luce a una certa lunghezza d'onda inducendo così la produzione di ossigeno reattivo che a sua volta uccide le cellule circostanti. Fotosensibilizzanti appositamente progettati vengono assorbiti da tutte le cellule del corpo, ma permangono più a lungo nelle cellule cancerogene. Ciò significa che l'ossigeno reattivo distrugge le cellule del cancro selettivamente quando sono esposte all'appropriata lunghezza d'onda di luce. La terapia è adatta per la rimozione di tumori neoplastici superficiali in aree quali la testa e il collo, nonché i sistemi urogenitale e genitale, che sono inoperabili. Poiché la lunghezza d'onda della luce determina quanto a fondo la luce viaggia nel corpo, la tecnica ha di principio un enorme potenziale per la terapia anti-cancro che distrugge solo le cellule tumorali e non quelle sane. Un progetto finanziato dall'UE, Immuno PDT ("Immunophotodynamic therapy of cancer: concepts and applications), mirava a migliorare ulteriormente l'efficacia della PDT sviluppando nuovi fotosensibilizzanti che assorbono la luce nella gamma infrarossa, dove la penetrazione dei tessuti è massima. Inoltre il team Immuno PDT ha colpito la neo-vascolarizzazione tumorale per chiudere i vasi sanguigni tumorali, distruggendo così molte cellule tumorali che dipendono dall'afflusso del sangue. Immuno PDT ha fatto sostanziali progressi nello sviluppo di coniugati fotosensibilizzanti basati su anticorpi costituiti dal fotosensibilizzante legato a un anticorpo. I ricercatori hanno sintetizzato molecole fotosensibili che non si attaccano a cellule e tessuti non desiderati. Sono anche stati isolati nuovi anticorpi umani per i corrispondenti antigeni associati al tumore. Sulla base dell'efficacia con cui l'anticorpo e il fotosensibilizzante si uniscono insieme, Immuno PDT è riuscito a studiare un nuovo metodo di coniugazione. Nuovi agenti PTD sono stati ampiamente testati in vitro e su modelli di ratto. Alla chiusura del progetto, tre dei nuovi anticorpi sono stati prodotti per potenziale uso clinico, e sono state presentate otto richieste di brevetto. A parte le applicazioni terapeutiche per tumori altrimenti non operabili, vi è ampio campo d'azione per altri trattamenti nell'ambito dell'immunoterapia. Questi includono trattamenti biologici per il cancro che utilizzano il sistema immunitario del corpo per combattere i tumori.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione