Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Preservare le paludi mondiali

Le paludi forniscono preziose funzioni e servizi per ecosistemi che vanno dall'approvvigionamento di cibo al turismo. Il progetto finanziato dall'UE WETWIN ha messo in risalto i fattori che minacciano le paludi sia al momento che nel futuro, e ha identificato delle strategie per il loro ripristino e per una gestione sostenibile.

Cambiamento climatico e Ambiente

L'approccio di WETWIN per fermare e invertire l'attuale degrado delle paludi si è basato su quattro premesse basilari della gestione delle paludi: uso intelligente, gestione adattiva, gestione delle risorse idriche integrate, e partecipazione delle comunità locali e delle parti interessate. Sono state studiate sette paludi da Africa, Europa e America del Sud. I ricercatori di WETWIN hanno identificato una serie di problemi nei siti sotto osservazione. Questi includono disidratazione e terrestralizzazione causate da ingresso di acque ridotto, sconfinamento e disturbi, inquinamento e malattie come la malaria trasportata dalle zanzare nell'habitat delle paludi tropicali. Inoltre, il contenuto ad alto valore nutritivo di queste acque stagnanti, aggiunto alle acque ricche di nutrienti che provengono dai terreni agricoli danno vita a problemi di eutrofizzazione. Il coinvolgimento delle persone interessate dai siti dei casi studio ha giocato un ruolo importante durante tutto lo svolgimento del progetto. Il progetto WETWIN ha adottato un approccio ai servizi per gli ecosistemi per la caratterizzazione degli status naturale e socioeconomico delle paludi. La caratterizzazione è stata seguita dall'identificazione dei maggiori problemi ambientali e di sostentamento presso le paludi. I meccanismi di causa/effetto dietro i problemi sono stati esplorati con la metodologia di spinta, stato, impatto e risposte (DSIR). I ricercatori di WETWIN si sono particolarmente interessati alla riduzione della vulnerabilità nelle paludi in termini di impatto esterno (IE) e capacità adattiva (CA). Lo scopo è stato quello di applicare appropriati interventi di gestione sia su scala locale che su ampia scala. Queste azioni potrebbero trasformare le paludi e il bacino intero da vulnerabili a resistenti. Wetland International è un'organizzazione no-profit per la conservazione delle paludi. Il suo scopo è di organizzare diverse attività di divulgazione che potrebbero comprendere rapporti WETWIN in francese, materiali per training e linee guida, e una brochure sugli effetti sulla salute. È inoltre stato pianificato un sofisticato sistema di modelli per il Delta interno del Niger (IND) che condurrà a un modello digitale del terreno ad alta risoluzione. I risultati di WETWIN evidenzieranno il riconoscimento delle funzioni e dei servizi che gli ecosistemi delle paludi forniscono sia a livello locale che sull'intero bacino fluviale. I messaggi allarmanti del progetto sul degrado e sulla vulnerabilità delle paludi aiuterà ad aumentare la consapevolezza ai politici, ai manager e alle parti interessate. Questi interventi porteranno maggiormente al centro dell'attenzione la conservazione, il ripristino e la gestione sostenibile delle paludi.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione