Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Rassegna dei risultati della fase pilota dei progetti TIDE

La DG XIII della Commissione europea ha pubblicato "High Tide", una rassegna dei risultati della fase pilota del programma TIDE relativa al periodo dal 1991 al 1994. TIDE, un'iniziativa nel campo della tecnologia per l'integrazione socioeconomica dei disabili e degli anziani, ...

La DG XIII della Commissione europea ha pubblicato "High Tide", una rassegna dei risultati della fase pilota del programma TIDE relativa al periodo dal 1991 al 1994. TIDE, un'iniziativa nel campo della tecnologia per l'integrazione socioeconomica dei disabili e degli anziani, è stata istituita nel 1991 per eseguire progetti di ricerca a vantaggio delle persone anziane e dei disabili. Precedentemente all'iniziativa TIDE, i progetti di ricerca e sviluppo europei nello specifico settore avevano la tendenza a coprire campi molto specialistici, quali aspetti particolari della biotecnologia (BIOMED) o dei nuovi materiali (BRITE-EURAM). Pertanto l'iniziativa TIDE è stata concepita appositamente per garantire un approccio più integrato e dedicato alla ricerca in campo tecnologico al fine di colmare le lacune dei programmi esistenti. Questa rassegna fornisce informazioni sull'istituzione dell'iniziativa di ricerca TIDE nel 1991 e prende in esame i risultati conseguiti dai primi 21 progetti pilota. Tali progetti pilota sono stati riuniti in cinque gruppi, secondo il tipo di applicazione e i tipi di tecnologia utilizzata. La rassegna riunisce ciascun progetto in sezioni corrispondenti a questi gruppi: - modelli e strumenti a carattere generico; - manipolazione e controllo; - comunicazioni personali; - sicurezza e sostegno quotidiano; - accesso all'informazione. Ciascun capitolo della rassegna concerne un distinto progetto TIDE e contiene informazioni particolareggiate sui risultati del progetto stesso. Contiene anche consigli relativi a eventuali miglioramenti che potrebbero essere apportati e ai futuri sviluppi e possibili progetti di ricerca. Molti di questi progetti si sono ormai trasformati in progetti sul mercato, mentre altre attività di carattere orizzontale sono divenute un punto di riferimento nel settore delle tecnologie dell'assistenza. Tra gli esempi dei progetti presi in esame: - GUIB: interfacce utente testuali e grafiche per ciechi; - RAID: robot per l'assistenza all'integrazione dei disabili; - MUSA: ausili del linguaggio, multilingue e multimediali, per invalidità dell'udito e della parola; - HEART: attività orizzontali europee nella tecnologia della riabilitazione; - CAPS: comunicazioni e accesso all'informazione per persone con particolari esigenze.

Articoli correlati