Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Partecipazione senza precedenti al programma ERASMUS nell'anno accademico 1998-99

Il programma ERASMUS, avviato nel 1987, promuove gli scambi tra istituti per l'istruzione superiore europei. Sin dal 1995, è stato incorporato nel programma SOCRATE, il programma dell'Unione europea per l'intero settore dell'istruzione. Nell'anno accademico 1998-99, saranno in...

Il programma ERASMUS, avviato nel 1987, promuove gli scambi tra istituti per l'istruzione superiore europei. Sin dal 1995, è stato incorporato nel programma SOCRATE, il programma dell'Unione europea per l'intero settore dell'istruzione. Nell'anno accademico 1998-99, saranno in parte finanziati dal programma gli scambi di più di 200.000 studenti. Un aumento del 18,8%, che porta la dotazione complessiva a 116,25 milioni di ECU, significa che quest'anno saranno 82,7 milioni di ECU saranno destinati al finanziamento delle borse di studio a favore degli studenti. Al programma parteciperanno 1.627 università provenienti da 24 paesi: i 15 Stati membri dell'Unione europea, la Norvegia, il Liechtenstein e l'Islanda e, per la prima volta, l'Ungheria, la Romania, la Polonia, la Slovacchia, la Repubblica Ceca e Cipro. Le descipline maggiormente interessate dagli scambi degli studenti sono gestione (19%), lingue e filosofia (15%), ingegneria e scienze tecnologiche (12%) e scienze sociali (10%). Gli obiettivi del programma di quest'anno sono stati riassunti da Edith Cresson, commissario europeo responsabile per l'istruzione, la formazione e la gioventù, che ha dichiarato "Rafforzare le soglie di finanziamento; stumolare l'implicazione dei nuovi paesi partecipanti; promuovere un maggiore equilibrio tra i paesi e tra le discipline, ecco gli obiettivi principali per l'anno accademico 1998/99 dei programmi SOCRATE/ERASMUS." Poiché la fase attuale del programma SOCRATE avrà termine il 31 dicembre 1999, le nuove proposte per la seconda fase del programma saranno presto adottate dalla Commissione. Saranno intese ad armonizzare la continuazione, il consolidamento e l'innovazione.