Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Prepararsi a un sistema di autobus urbani a zero emissioni

Il progetto ZEEUS sta testando soluzioni di conversione ad alimentazione elettrica per la rete degli autobus urbani e sta facilitando l'accettazione degli autobus elettrici da parte del mercato europeo.

Per riuscire a creare un sistema di trasporto competitivo e sostenibile, l'UE deve guardare ai combustibili alternativi per rimpiazzare o integrare benzina e gasolio. Questo non solo ridurrà le emissioni prodotte dai trasporti ma migliorerà anche la qualità dell'aria e I livelli di rumore nelle aree urbane. In quest'ottica, il progetto ZEEUS ("Zero Emission Urban Bus System") sta lavorando per rendere gli autobus elettrici una parte fondamentale della rete urbana di trasporti. A solo un anno di distanza dal suo lancio, il team del progetto ZEEUS ha già iniziato a testare soluzioni di conversione ad alimentazione elettrica per autobus mediante dimostrazioni dal vivo. A metà ottobre Barcellona ha ospitato il lancio della prima dimostrazione ZEEUS di base, che si è conclusa con un breve giro attraverso le strade della città in compagnia del sindaco di Barcellona, Xavier Trias. L'operatore locale spagnolo TMB (Transports Metropolitans de Barcelona) testerà ora quattro autobus completamente elettrici: due autobus standard i2e da 12m IRIZAR e due autobus articolati da 18m SOLARIS. Gli autobus IRIZAR si caricheranno al deposito, mentre quelli SOLARIS si caricheranno al acapolinea tramite biberonaggio. Quello di Barcellona è solo uno degli otto test simili per il progetto ZEEUS, che durerà fino ad aprile 2017. Il team sta testando un'ampia gamma di diverse tecnologie innovative di autobus elettrici e soluzioni per le infrastrutture per la ricarica in sette altri siti dimostrativi: Bonn, Cagliari, Glasgow, Londra, Munster, Pilsen e Stoccolma. I diversi siti offriranno condizioni operative variabili per testare l'applicabilità economica, ambientale e sociale delle tecnologie in diverse ambientazioni. Alla fine di settembre ZEEUS ha presentato il primo autobus elettrico alimentato a batterie Škoda Perun, a Pilsen, che tuttavia ancora non e operativo. E nella primavera del 2015, la città accoglierà due autobus completamente elettrici, senza emissioni e silenziosi. Questi veicoli hanno un sistema di raffreddamento e riscaldamento unico che è in grado di riutilizzare il calore generato durante il funzionamento. Inoltre, la loro batteria può essere ricaricata completamente in soli 12 minuti. Nel frattempo, questa settimana, la città di Stoccolma si sta preparando a mostrare I suoi autobus ibridi plug-in da 12m Volvo a cittadini, funzionari cittadini e portatori di interesse locali. La capitale svedese testerà otto autobus ibridi plug-in con ricarica rapida lungo la linea 73 nel centro città. Umberto Guida, coordinatore del progetto ZEEUS, fa notare: "Le flotte di autobus sono stato un terreno di test per combustibili e motori alternativi per molti anni, ma oggi il 95 % di tutti gli autobus usa ancora combustibili fossili. Con questo progetto siamo sulla buona strada verso sistemi di trasporto più ecologici e intelligenti per le nostre città e I veicoli elettrici giocheranno un ruolo fondamentale nel ripulire l'aria che respiriamo, rendendo le nostre città e I nostri centri più silenziosi e dei luoghi più piacevoli dove vivere e lavorare". ZEEUS comprende 40 partner che includono enti per il trasporto pubblico, operatori del trasporto pubblico, industria e produttori di veicoli, fornitori di energia, università e centri di ricerca, imprese di ingegneria, consulenti e associazioni. Nel loro insieme, essi coprono l'intero spettro di portatori di interesse di attori chiave e responsabili del processo decisionale che agevoleranno il processo volto a estendere la soluzione elettrica alla rete centrale degli autobus urbani. Anche se l'attenzione iniziale è rivolta a queste otto città europee, il team di ZEEUS vuole ottenere una visione d'insieme dell'impiego degli autobus elettrici in tutta Europa e oltre. Ecco perché la UITP, che coordina il progetto, sta gestendo un Osservatorio degli autobus elettrici che monitorerà da vicino l'impiego degli autobus elettrici in tutto il mondo e pubblicherà tutti I dati e le informazioni raccolti. Dimostrazioni e progetti pilota di autobus elettrici finanziati da altri programmi europei e nazionali possono partecipare e fare domanda per diventare una "Observed Demonstration" . Le dimostrazioni controllate selezionate parteciperanno a incontri periodici dove discuteranno preoccupazioni e problemi, fornendo degli apporti chiave ad alcuni dei prodotti principali di ZEEUS, ossia la roadmap per la conversione ad alimentazione elettrica di ZEEUS. Il termine per presentare la domanda per diventare una "dimostrazione controllata" è il 31 ottobre 2014. Per maggiori informazioni, visitare: http://zeeus.eu/

Paesi

Belgio

Articoli correlati