Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Monitoraggio migliore dell’efficienza energetica negli edifici

Sviluppando nuovi strumenti e metodologie, il progetto PERFORMER mira a migliorare la gestione energetica degli edifici e a garantire le prestazioni energetiche.

Nel corso degli ultimi cinque anni si è assistito al passaggio dell’efficienza energetica negli edifici da aggiunta accolta con favore a priorità del settore. Sfortunatamente, gli obbiettivi ben definiti non sempre si traducono in misure efficaci: le differenze tra le prestazioni previste e quelle effettive possono essere enormi e portare a uno scarso ritorno sugli investimenti. Il progetto PERFORMER mira a risolvere questo problema con una metodologia olistica di monitoraggio dell’energia. Il tempo stringe. Se l’UE intende raggiungere il suo obbiettivo di aumentare l’efficienza energetica degli edifici europei del 20 % prima del 2020, si devono compiere ancora degli sforzi significativi per promuovere l’adozione di componenti e prodotti di nuova generazione, migliorare gli approcci alla modellazione e il monitoraggio, accordarsi su standard comuni europei e ridurre il divario nelle prestazioni. Lanciato nel 2013, il consorzio di PERFORMER spera di aiutare l’UE ad essere all’altezza di queste sfide, in particolare fornendo ai portatori di interesse nuovi strumenti e metodologie. Questi comprendono una serie di strumenti (“Energy Instrumentation Kit in a box”) per monitorare le prestazioni energetiche, un ambiente di simulazione energetica e un servizio basato su cloud di memorizzazione dati e simulazione che rende più facile il benchmarking rispetto alle soluzioni locali. Questa serie di strumenti verrà testata in quattro siti dimostrativi in Spagna, Francia, Regno Unito e Polonia. I siti sono stati scelti in base alle loro possibilità di convalidare la tecnologia di PERFORMER, ma anche per la loro posizione in paesi che si trovano ad affrontare condizioni climatiche molto differenti. A Cardiff il progetto misurerà le differenze nelle prestazioni della St. Teilo's Church in Wales High School. Esso svilupperà un sistema per rilevare il consumo latente e anormale di elettricità nell’Hotel de Las Letras a Madrid, tenterà di ottenere un’ulteriore riduzione negli usi energetici al Baltic Plaza Hotel di Kolobrzeg che è già tra i migliori, e valuterà l’ordine di grandezza dell’uso di elettricità nel Woopa, un edificio a energia positiva e zero emissioni di carbonio concepito da GDF Suez a Lione. Le misurazioni saranno basate su una serie di rilevanti indicatori economici, sociali ed ambientali definiti nell’ambito del progetto che verranno analizzati prima e dopo l’adozione degli strumenti di PERFORMER. Ci si aspetta che questo aiuti il consorzio a valutare l’efficacia di questi strumenti. In occasione della sua quarta assemblea generale che si è svolta il 28 e il 29 gennaio a Saclay, in Francia, il team ha affermato di essere a buon punto per iniziare lo schieramento sul campo della soluzione hardware e software di PERFORMER entro il mese di febbraio del 2016. Il lavoro del team sullo strumento quadro di PERFORMER sta giungendo al termine, e sono state definite delle metodologie dettagliate per la valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici. Si è provveduto a definire un’architettura di alto livello per la piattaforma hardware e software TIC di PERFORMER, e la prossima fase vedrà il consorzio impegnato a definire in che modo ciascun componente verrà integrato con i sistemi esistenti negli edifici pilota. Se avrà successo, PERFORMER potrebbe promuovere l’industria fornendo economie di scala che portano a considerevoli risparmi nei costi per il retrofit e a periodi di rimborso ridotti. Per ulteriori informazioni, visitare: PERFORMER http://performer-project.eu/

Paesi

Regno Unito