Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Tendenze scientifiche: Gli abbracci possono alleviare lo stress e proteggerci dalle malattie?

Un nuovo studio ha rivelato che il sostegno sociale e gli abbracci potrebbero contribuire a proteggerci dalle malattie.

Tutti - si spera - siamo stati abbastanza fortunati da provare i benefici di un abbraccio o di una dimostrazione di affetto quando ne avevamo bisogno. Magari abbiamo avuto la sensazione che tali gesti alleviassero i nostri livelli di stress. Esiste tuttavia una base scientifica per tale impressione? E gli effetti sui livelli di stress di questo tipo di sostegno sociale e degli abbracci hanno un impatto sulla nostra salute? Uno studio, pubblicato sulla rivista Psychological Science, suggerisce che è proprio così. L’obiettivo dello studio, svolto da diversi gruppi della Carnegie Mellon University, del Centro di scienze della salute dell’Università della Virginia e della Facoltà di medicina dell’Università di Pittsburg, negli Stati Uniti, era esaminare i ruoli del sostegno sociale percepito e degli abbracci ricevuti nell’alleviare la predisposizione a malattie infettive indotta da stress interpersonale. Il team che ha condotto lo studio ha usato un campione di oltre 400 adulti e i risultati hanno rivelato che tra i partecipanti che avevano contratto un comune virus del raffreddore, il maggiore sostegno percepito e gli abbracci più frequenti preludevano a sintomi della malattia meno gravi. Il team ha utilizzato un questionario per esplorare come i partecipanti percepivano il livello di sostegno sociale ricevuto e interviste telefoniche serali per due settimane per valutare il conflitto interpersonale e gli abbracci ricevuti giornalmente. Il team ha poi esposto i partecipanti a un virus che causa un comune raffreddore e li ha monitorati in quarantena per valutare l’infezione e i sintomi della malattia. I risultati dello studio hanno mostrato che il sostegno percepito protegge contro l’aumento del rischio di infezione legato all’aumentare della frequenza dei conflitti. Secondo l’abstract dello studio, un simile effetto di alleviamento dello stress emerge dagli abbracci, che hanno spiegato il 32 % degli effetti attenuanti del sostegno. In generale un maggiore sostegno percepito e abbracci più frequenti preannunciavano sintomi della malattia meno gravi. Secondo i ricercatori, questi dati suggeriscono che gli abbracci potrebbero trasmettere in modo efficace il sostegno sociale. Scientific American cita altre scoperte incoraggianti nello studio e cioè che i partecipanti in generale mostravano un forte senso del sostegno sociale, come mostra un punteggio medio alto nel questionario e che avevano maggiori probabilità di essere abbracciati che di vivere un conflitto. Se però un maggiore sostegno percepito e abbracci più frequenti sono la premessa di sintomi della malattia meno severi, che succede se sostegno e abbracci sono assenti dalla nostra vita? Purtroppo questo è il rovescio della medaglia, come osserva Scientific American: “La solitudine e una rete sociale ristretta corrispondono a una più bassa risposta degli anticorpi al vaccino dell’influenza, rispetto al sentire un forte senso di connessione sociale. I pazienti socialmente isolati affetti da malattia delle arterie coronarie hanno un tasso di sopravvivenza più basso rispetto ai pazienti socialmente connessi, anche dopo aver tenuto conto del fattore demografico, della gravità della malattia e della sofferenza psicologica.” Per ulteriori informazioni, visitare: http://pss.sagepub.com/content/26/2/135

Paesi

Stati Uniti