Skip to main content

Settlement and Landscape Organisation of the Persepolis Region

Article Category

Article available in the folowing languages:

Ricostruzione di Persepoli

È ora possibile rinnovare i riflessi su un panorama urbano antico, rivelando le informazioni archeologiche durante le procedure.

Tecnologie industriali

Persepoli è un sito in Iran dichiarato patrimonio culturale dell’umanità dall’Unesco. La città fu edificata da Re Dario I (520-486 a.C.). In seguito alla pressione umana dei nostri giorni e alla coltivazione intensiva, il panorama restante del periodo Achemenide sta scomparendo nel tempo. I residui delle vecchie installazioni sono difficili da individuare. Pertanto, l’unico modo per farlo continuando a conservare i vecchi resti è di intraprendere studi che combinano i metodi di analisi archeologica. Questo è stato lo scopo preciso del progetto SELOPERSE (“Settlement and landscape organisation of the Persepolis region”), finanziato dall’UE, che ha inoltre definito lo schema di ciò che appare come un’idea non comune, ampia e molto aperta della città antica. Per effettuare il lavoro, è stata formata una spedizione di studiosi da Iran e Italia. Metodi di analisi intensiva come la camminata sul campo e i sondaggi geofisici oltre agli scavi in certe aree sono stati utilizzati per verificare l’ipotesi sul vecchio panorama urbano. Uno dei risultati principali è stato quello di svelare sezioni di un monumento dal primo periodo degli Achemenidi, il che ha aiutato a fornire dettagli sullo sviluppo della città. Più in là i nostri lavori ci hanno permesso di suggerire un’estensione del Distretto Reale di Persepoli grazie alla scoperta di un nuovo complesso monumentale. Inoltre, le analisi dei percorsi dell’area hanno rivelato resti di cave. Essi offrono la prova per evidenziare il limite tra la città e il suo territorio. Il lavoro sul campo ha inoltre offerto un modo per verificare nuovi metodi per l’analisi delle aree del paesaggio mediante lo sviluppo di adattamenti di strategie di campo usando strumenti prototipo. Ad esempio, la concentrazione sulle proprietà magnetiche del suolo offre un modo per individuare l’antica attività umana. I ricercatori hanno analizzato dozzine di ettari tramite la campionatura su ampia scala. Le mappe ottenute rivelano una parte del mosaico delle aree costruite e non costruite correlate che formano la città di Persepoli. Grazie ai risultati del progetto, sono emerse nuovi orientamenti nella ricerca che possono essere utili per la pianificazione di programmi internazionali sul sistema di accordo sull’intero antico Vicino Oriente.

Parole chiave

Persepoli, paesaggio, Achemenide, ambientazione, città antica, archeologia, sondaggio

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione