Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Il Consiglio "Sanità" invita ad effettuare ulteriori ricerche sulle EST e sul consumo di alcool

Nel corso dei lavori del Consiglio "Sanità", tenutosi il 5 giugno a Lussemburgo, i ministri europei della Sanità hanno sottolineato l'importanza di promuovere la ricerca nel settore delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (EST) ed in quello dei problemi associati al cons...

Nel corso dei lavori del Consiglio "Sanità", tenutosi il 5 giugno a Lussemburgo, i ministri europei della Sanità hanno sottolineato l'importanza di promuovere la ricerca nel settore delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (EST) ed in quello dei problemi associati al consumo di alcool. Il Consiglio ha posto l'accento sull'esigenza di promuovere la ricerca scientifica nell'ambito delle malattie di origine zoonotica manifestatesi di recente o riemerse, incluso lo studio dell'origine e della possibile trasmissione degli agenti delle EST, lo sviluppo delle metodologie per rendere inerti gli agenti delle EST, le procedure diagnostiche cliniche e di laboratorio concernenti le EST, i provvedimenti per individuare i pericoli di trasmissione iatrogena ed elaborare misure protettive contro i possibili rischi. Il Consiglio ha invitato la Commissione ad intensificare e ampliare ulteriormente la ricerca in questi settori, tenendone conto nell'elaborazione delle politiche comunitarie. Si è sollecitato inoltre il sostegno, da parte della Commissione, allo scambio tra gli Stati membri di informazioni e di buone prassi relative alle misure volte ad eliminare il rischio e a proteggere in maniera più efficace contro i possibili pericoli di trasmissione iatrogena. Nel corso della riunione si è prestata molta attenzione al problema del consumo di alcool da parte dei giovani. Il Consiglio si è espresso favorevolmente in merito ad una raccomandazione che stabilisca che gli Stati membri, con un adeguato sostegno da parte della Commissione, debbano promuovere la ricerca orientata verso i diversi aspetti della problematica associata al consumo di alcool da parte dei giovani, diffondendo al contempo risultati che dimostrino quali sono i fattori che spingono la gioventù ad iniziare tale consumo. La Commissione è stata invitata a promuovere a livello comunitario ulteriori ricerche sul consumo di alcool da parte dei giovani. Il commissario per la Salute e la tutela dei consumatori David Byrne, in rappresentanza della Commissione, ha consegnato una relazione nella quale si dà rilievo alla partecipazione al programma sanitario dell'UE da parte dei paesi candidati e si evidenziano inoltre altre attività correlate nel settore della salute pubblica, quali i programmi quadro di ricerca. Tali programmi dovrebbero essere utilizzati dai paesi candidati al fine di incentivare lo sviluppo del settore della sanità, ha affermato il Commissario.

Paesi

Lussemburgo