CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Article Category

Contenuto archiviato il 2022-12-21

Article available in the following languages:

Il Notiziario CORDIS incontra la nuova agenzia svedese per l'innovazione

Vinnova, la nuova agenzia svedese per i sistemi innovativi, riunisce rappresentanti della scienza, dell'industria, della società e della politica, come ha spiegato il direttore dell'agenzia Per Eriksson al Notiziario CORDIS. I rappresentanti di ognuno di questi gruppi sono ri...

Vinnova, la nuova agenzia svedese per i sistemi innovativi, riunisce rappresentanti della scienza, dell'industria, della società e della politica, come ha spiegato il direttore dell'agenzia Per Eriksson al Notiziario CORDIS. I rappresentanti di ognuno di questi gruppi sono riuniti in un comitato con il compito di avanzare proposte relative ai programmi dell'agenzia. L'istituzione di questo comitato ha già portato alcuni cambiamenti nei programmi rispetto a quelli dell'agenzia precedente, ha affermato Eriksson. Le funzioni principali di Vinnova sono di finanziare le attività di ricerca, sviluppo e dimostrazione che rispondano alle esigenze dei settori pubblico e privato, incoraggiare la cooperazione tra università, istituti di ricerca industriali e imprese, promuovere la diffusione delle informazioni e delle conoscenze, in particolare a favore delle piccole e medie imprese (PMI), incrementare la partecipazione della Svezia ai programmi di R&S dell'UE e sviluppare il ruolo degli istituti di ricerca nell'ambito dei sistemi innovativi. Eriksson ha inoltre aggiunto che l'agenzia finanzia la ricerca orientata verso l'industria, in vista di promuovere la crescita e più specificatamente la crescita sostenibile. Vinnova tenta di combinare la ricerca e le esigenze della società. L'agenzia è stata creata in seguito ad alcune indagini che evidenziavano l'importanza di comprendere i sistemi innovativi, ha spiegato Eriksson al Notiziario CORDIS. L'agenzia per l'innovazione è stata istituita con l'intento di sottolineare il legame che esiste tra ricerca e crescita. Vinnova tenta in particolare di offrire sostegno alle PMI ad alta tecnologia, nonostante Eriksson abbia ricordato che anche le PMI a bassa tecnologia vengono aiutate, seppur tramite una diversa agenzia. Vinnova aiuta inoltre le PMI a partecipare ai progetti comunitari e a stabilire contatti con le università e gli istituti di ricerca, spingendo contemporaneamente tali istituti a cooperare con le PMI. Eriksson ha ricordato che il rapporto tra il mondo accademico e l'industria è "piuttosto buono" e che "sta costantemente migliorando". Questo è largamente dovuto a normative piuttosto recenti che obbligano le università non solo a istruire e a condurre ricerche, ma anche a cooperare con l'ambiente che le circonda, ha aggiunto. Secondo Eriksson questo ha portato le università ad approfondire i propri contatti con l'industria, nonostante "rimanga ancora molto da fare". Egli ritiene che i fondi dell'UE abbiano un ruolo importante, aggiungendo poi che, grazie agli aiuti dei programmi comunitari, il trasferimento tecnologico si è realizzato più rapidamente di quanto sarebbe avvenuto senza il loro supporto. Eriksson ha però precisato che il termine "trasferimento tecnologico" non è del tutto appropriato, poiché la tecnologia non viene trasferita dalle persone che collaborano e che si spostano tra l'università e l'industria. I progetti futuri di Vinnova comprendono la promozione dei sistemi innovativi nelle regioni e la combinazione di settori diversi, quali ad esempio la biotecnologia e l'informatica, nell'ambito di un unico programma.