Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Il Regno Unito vara un programma di sostegno alla ricerca collaborativa nelle nuove tecnologie

Il Regno Unito ha annunciato il lancio di un programma di ricerca per un valore di 20 milioni di sterline (circa 32 milioni di euro) volto a promuovere la ricerca collaborativa condotta in fase precompetitiva fra l'industria, le università ed altre organizzazioni di ricerca. ...

Il Regno Unito ha annunciato il lancio di un programma di ricerca per un valore di 20 milioni di sterline (circa 32 milioni di euro) volto a promuovere la ricerca collaborativa condotta in fase precompetitiva fra l'industria, le università ed altre organizzazioni di ricerca. La ricerca finanziata nell'ambito del 74° programma LINK verterà sulle nuove tecnologie di base valorizzabili dal punto di vista commerciale, come la superconduttività, le nanotecnologie, l'archiviazione dati, la fotonica e l'elettronica di potenza. Queste ricerche dovrebbero concretizzarsi nello sviluppo di nuove tecniche industriali, nuove tecnologie da impiegare in ambito sanitario e tassi più elevati di produttività. Così come accade per i progetti di ricerca finanziati dall'UE, i costi del progetto verranno finanziati per il 50 per cento dal governo e per il restante 50 per cento dal consorzio responsabile del progetto. I progetti dovranno prevedere la partecipazione di almeno tre partner e verranno selezionati sulla base di una manifestazione d'interesse inoltrata dal consorzio seguita da un invito a presentare proposte di progetto. Riecheggiando le parole spesso pronunciate dal commissario per la Ricerca Philippe Busquin, ma trasposte nella realtà britannica, il ministro delle Scienze del Regno Unito Lord Sainsbury ha affermato: "Il nostro paese gode di fama mondiale per la propria attività di ricerca in una vasta gamma di tecnologie di punta, ma occorre ampliare il grado di adozione delle stesse da parte dell'industria. Questo nuovo programma contribuirà a garantire che l'industria britannica sia a conoscenza delle tecnologie emergenti e consentirà l'adozione delle misure necessarie ai fini della loro valorizzazione commerciale". Oltre al sostegno per i progetti di ricerca applicata nell'ambito di LINK, verrà stanziato un contributo supplementare annuale di 500.000 sterline (circa 800.000 euro), al fine di sostenere i progetti e le attività di trasferimento tecnologico complementari volti ad aumentare la conoscenza e l'adozione delle tecnologie di base all'avanguardia. Il programma LINK è stato creato nel 1986 su iniziativa dell'allora Primo ministro Margaret Thatcher.