Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

I paesi che dispongono di statistiche in materia di biotecnologie sono aumentati di circa il 500 per cento

Nel corso di una recente riunione dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) è emerso che 17 paesi, compresi 7 Stati membri dell'UE, dispongono attualmente di statistiche ufficiali in materia di biotecnologie, evidenziando un incremento di quasi cin...

Nel corso di una recente riunione dell'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) è emerso che 17 paesi, compresi 7 Stati membri dell'UE, dispongono attualmente di statistiche ufficiali in materia di biotecnologie, evidenziando un incremento di quasi cinque volte rispetto al 2000. In aggiunta a questi 17 paesi, il Regno Unito e la Corea del Sud si servono di organizzazioni private che lavorano con i rispettivi governi per raccogliere i dati, portando il totale a 19. Circa la metà di questi paesi utilizzano la definizione provvisoria di biotecnologia indicata dall'OCSE, garantendo un certo livello di comparabilità. Si auspica l'adozione di un quadro di valutazione per il 2003. I delegati si sono accordati altresì su un questionario tipo che sarà impiegato per identificare l'attività biotecnologica negli studi in materia di R&S (ricerca e sviluppo), ed hanno convenuto di sviluppare un modello di studio per misurare meglio l'impatto economico delle biotecnologie.