Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'UE e gli USA firmano un accordo di partenariato sulle tecnologie delle celle a combustibile

L'UE e gli Stati Uniti hanno siglato un accordo ufficiale per il lancio di progetti cooperativi in materia di tecnologie delle celle a combustibile, al fine di ridurre al minimo la duplicazione degli sforzi in tale settore, superare gli ostacoli tecnici e definire norme e codi...

L'UE e gli Stati Uniti hanno siglato un accordo ufficiale per il lancio di progetti cooperativi in materia di tecnologie delle celle a combustibile, al fine di ridurre al minimo la duplicazione degli sforzi in tale settore, superare gli ostacoli tecnici e definire norme e codici comuni per stimolare il mercato. L'impegno sottoscritto è contenuto in un allegato all'accordo di cooperazione scientifica per l'energia non nucleare UE-USA, siglato dal commissario per la Ricerca Philippe Busquin, per l'UE, e dal segretario di Stato per l'Energia Spencer Abraham, per gli Stati Uniti, durante una speciale cerimonia organizzata nel corso della conferenza sull'economia dell'idrogeno, tenutasi a Bruxelles il 16 giugno. Nel giudicare positivamente l'accordo, Busquin ha affermato: "Unendo gli sforzi e le risorse di ricerca dell'UE e degli Stati Uniti, aumentiamo le possibilità di trovare una soluzione a lungo termine ai problemi mondiali dell'energia e dei trasporti. Attraverso dei partenariati globali possiamo collaborare allo sviluppo delle tecnologie in materia di celle a combustibile, al fine di fornire alternative plausibili e sostenibili sotto il profilo ambientale ai combustibili fossili". Nel suo precedente intervento nel corso della conferenza, Abraham ha dichiarato: "Questo allegato favorirà l'unificazione dei nostri rispettivi approcci alla ricerca sull'idrogeno e sottolinea l'importanza della cooperazione internazionale nel settore dello sviluppo delle tecnologie per l'energia all'idrogeno. Lavorando insieme ai partner internazionali possiamo ottimizzare lo sfruttamento delle risorse esauribili e far avanzare i programmi per la ricerca, lo sviluppo e l'adozione delle tecnologie [...] all'idrogeno". Nello specifico, l'allegato prevede delle iniziative comuni in sette ambiti relativi alle celle a combustibile, fra cui la dimostrazione di veicoli a pile a combustibile e di infrastrutture di rifornimento, l'utilizzo delle celle a combustibile come generatori ausiliari e lo sviluppo di codici e norme comuni per l'infrastruttura e i veicoli basati su tale tecnologia. Abraham ha sottolineato l'importanza di definire delle norme globali per stimolare il mercato delle celle a combustibile e dell'idrogeno: "Le imprese e le industrie che conducono ricerca sull'idrogeno saranno maggiormente incentivate ad investire con successo sapendo che i loro prodotti troveranno applicazione in tutto il mondo. Prima definiremo tali norme, prima potrà cominciare la rivoluzione dell'idrogeno". Il vicepresidente della Commissione, Loyola de Palacio, anch'essa presente alla manifestazione, ha sostenuto con forza la necessità di potenziare la cooperazione internazionale, affermando: "Attualmente l'Europa sta conducendo il più ampio progetto al mondo di dimostrazione di autobus a celle a combustibile alimentate ad idrogeno. Iniziative di questo tipo procedono nella giusta direzione, ma non riescono a raggiungere la massa critica necessaria per penetrare il mercato". Secondo Abraham, l'accordo UE-USA rappresenta l'inizio di un nuovo approccio internazionale verso il raggiungimento di obiettivi comuni in materia di tecnologia all'idrogeno. Egli ha proseguito affermando che diversi ministri europei hanno risposto positivamente alla sua proposta di creare un "Partenariato internazionale per l'idrogeno" ed ha invitato i rappresentanti dell'UE e degli Stati membri a partecipare alla conferenza ministeriale, che si terrà quest'autunno, per definire formalmente tale organismo e procedere alla sua istituzione.

Paesi

Stati Uniti

Articoli correlati