Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Le principali organizzazioni di ricerca europee si impegnano a rafforzare il SER

Sette delle principali organizzazioni di ricerca europee hanno firmato, insieme alla Commissione, una dichiarazione d'intenti con la quale illustrano il loro impegno a sviluppare lo Spazio europeo della ricerca (SER). Le sette organizzazioni, che insieme costituiscono l'EIROf...

Sette delle principali organizzazioni di ricerca europee hanno firmato, insieme alla Commissione, una dichiarazione d'intenti con la quale illustrano il loro impegno a sviluppare lo Spazio europeo della ricerca (SER). Le sette organizzazioni, che insieme costituiscono l'EIROforum, e la Commissione si impegnano ad esplorare possibili sinergie, condurre attività comuni, facilitare gli scambi e il distaccamento del personale, ed a rafforzare la collaborazione concludendo altri accordi bilaterali. Il commissario europeo per la Ricerca Philippe Busquin, insieme ai direttori generali delle organizzazioni EIROforum, ha firmato la dichiarazione d'intenti durante la cerimonia tenutasi a Bruxelles il 27 ottobre. "Questa dichiarazione d'intenti segna una nuova fase verso la creazione dello Spazio europeo della ricerca", ha dichiarato Busquin. "Grazie alla collaborazione fra i migliori scienziati europei nell'ambito di infrastrutture di ricerca di livello mondiale [...] le organizzazioni EIROforum, in collaborazione con la Commissione europea, svolgeranno un ruolo decisivo nella promozione della qualità e della coerenza della ricerca europea". I sette membri EIROforum sono: l'Organizzazione europea per la ricerca nucleare (CERN); l'Accordo europeo sullo sviluppo della fusione (EFDA); il Laboratorio europeo di biologia molecolare (EMBL); l'Agenzia spaziale europea (ESA); l'Osservatorio australe europeo (ESO); l'Infrastruttura europea per la radiazione di sincrotrone (ESRF); e l'Istituto Laue-Langevin. L'obiettivo dell'EIROforum è svolgere un ruolo attivo nel promuovere la qualità e l'impatto della ricerca europea, nonché fungere da base per un'efficace cooperazione ad alto livello.