Skip to main content

Peer ethnography for the promotion of patient and public involvement: young people and sexual health service development.

Article Category

Article available in the folowing languages:

Giovani “etnografi” studiano l’impatto della pornografia online

In quanto di grande interesse per tutti gli adolescenti, maschi e femmine, i ricercatori hanno esaminato l’utilizzo e l’impatto della pornografia sui giovani, nell’ambito di un progetto finanziato dall’UE sulla salute e l’educazione sessuale.

Salute

Nel Regno Unito, il tasso più alto di infezioni sessualmente trasmissibili (sexually transmitted infections, STI) accertate si registra tra le persone al di sotto dei 21 anni e la maggior parte delle gravidanze al di sotto dei 18 anni sono indesiderate. Al contempo, l’onnipresenza dei contenuti sessualizzati e pornografici online sembrano trasformare il comportamento e l’atteggiamento dei giovani in modi non ancora ben conosciuti. Il progetto PE4PPI, finanziato dall’UE, ha usato un tipo di indagine antropologica condotta da ricercatori appartenenti alla stessa fascia di età del gruppo studiato di 16-18 anni, per fornire approfondimenti che possano informare e migliorare i servizi sanitari sessuali per i giovani, nonché l’educazione sui rapporti sessuali (sexual relationship education, SRE) che da settembre 2019 sarà obbligatoria nelle scuole britanniche. I giovani si sono trasformati in ricercatori al fine di ridurre le barriere durante le interviste con i loro coetanei. “Parliamo di etnografia tra pari, poiché l’approccio va al di là delle classiche interviste e discussioni, includendo l’osservazione e la conversazione analitica,” dice l’antropologa Joanna White, borsista di ricerca esperta presso il Bristol Centre for Public Health and Well-being dell’Università del West of England, Bristol. La definizione dell’Organizzazione mondiale della sanità di cosa sia la salute sessuale include “…il benessere fisico, emotivo, mentale e sociale in rapporto alla sessualità” e il progetto ha utilizzato un’ampia definizione per studiare le esperienze e prospettive dei giovani. Consultare gli utenti è essenziale se si intende migliorare i servizi sanitari sessuali e la SRE – dice la dott.ssa White – e i ricercatori hanno ottenuto nuove conoscenze sul condizionamento di genere, i modelli di ruolo e le pressioni legate al comportamento nei rapporti intimi e sessuali. Il ruolo e l’impatto della pornografia su internet La ricerca ha anche rivelato l’inadeguatezza della SRE nelle scuole, che attualmente non “forniscono sufficienti informazioni ai giovani nelle fasi critiche del loro sviluppo emotivo e sessuale,” dice la dott.ssa White, che ha ricevuto una borsa di ricerca Marie Skłodowska Curie della durata di due anni. “Nelle scuole si presta troppa attenzione agli aspetti biologici del sesso e si parla poco dei rapporti e di cosa significa l’intimità.” “Nessuno dei giovani coinvolti nel progetto aveva mai avuto una conversazione approfondita sul sesso con i loro genitori. I giovani hanno bisogno di informazioni e consigli,” afferma. Non ci si deve sorprendere se quindi vanno a cercarle online, dove la pornografia è prontamente disponibile. La ricerca etnografica ha studiato come i ragazzi di 16-18 anni usano internet come fonte di informazioni sul sesso e ha rivelato le diverse esposizioni e interessi nella pornografia a varie età. Alcuni lo trovavano informativo, ma molti giovani uomini hanno detto di essersi pentiti dell’esposizione così precoce, guardandone meno una volta acquisito il senso di cosa sia una relazione “vera”. Informazioni per migliori servizi sanitari ed educazione sessuale La letteratura in materia di SRE si riferisce a una determinata fascia di età, che tuttavia non è definita. “Dobbiamo capire meglio cosa significa, sulla base delle nostre conoscenze dell’esposizione dei giovani ai contenuti sessualizzati online e l’età di esposizione sempre più precoce,” dice la dott.ssa White. “Abbiamo confermato le preoccupazioni esistenti sul ruolo della pornografia nelle aspettative sessuali di certi giovani uomini eterosessuali,” continua. “In particolare, gli aspetti vessatori delle ‘battute maschili’ in ambito scolastico, spesso basate sulla pornografia che sembra ormai essere una cosa normale, sono un problema che richiede interventi immediati e urgenti.” I giovani ricercatori stanno fornendo informazioni sullo sviluppo di nuovi servizi sanitari sessuali online per Bristol, North Somerset e South Gloucestershire nell’Inghilterra occidentale, per soddisfare meglio il bisogno di informazioni dei giovani.

Parole chiave

PE4PP1, giovani, educazione sessuale, salute sessuale, etnografia, sanità pubblica, servizi sanitari

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione