Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'UE passa all'eolica, la Germania è leader mondiale del fotovoltaico, gli italiani utilizzano il mare

Le fonti rinnovabili di energia continuano a essere una priorità per le attività di ricerca e sviluppo condotte attualmente in Europa. Una delle molte attività svolte dall'UE in questo campo è il finanziamento di un nuovo progetto integrato nell'ambito del Sesto programma quad...

Le fonti rinnovabili di energia continuano a essere una priorità per le attività di ricerca e sviluppo condotte attualmente in Europa. Una delle molte attività svolte dall'UE in questo campo è il finanziamento di un nuovo progetto integrato nell'ambito del Sesto programma quadro (6PQ), volto a riunire le risorse di oltre 40 produttori, fornitori di servizi, università e altre organizzazioni di ricerca e imprese al fine di migliorare l'efficienza dell'energia eolica. Il progetto integrato UPWIND costituirà anche il più grande progetto di ricerca individuale che studia l'energia eolica finanziato a titolo del 6PQ. La Commissione europea erogherà 14 dei 22 milioni di euro del bilancio del progetto, che avrà una durata di cinque anni. I relativi negoziati erano in corso da due anni. Il progetto, che attualmente è in piena attività, produrrà turbine eoliche super-efficienti da 20 MW, dotate di pale con un raggio di circa 120 m. "Si tratta del più grande progetto di questo tipo, eppure rappresenta solo una proporzione irrilevante del lavoro da svolgere. La nostra speranza è di assistere allo sviluppo di molti altri progetti del genere", ha dichiarato Hugo Chandler dell'Associazione europea dell'energia eolica (EWEA). Mentre l'Europa nel suo complesso sta iniziando a utilizzare il vento, gli Stati membri stanno compiendo progressi nell'impiego del sole e del mare. La Germania continua a essere leader mondiale ed europeo nella produzione di celle fotovoltaiche (FV) per la generazione di elettricità, stando al recente Barometro fotovoltaico. Dei 1.793,5 MW di unità fotovoltaiche installate nell'UE, quasi tre quarti sono ubicate in Germania, che supera Giappone e Stati Uniti in termini di volume di energia prodotta dal fotovoltaico. Nel 2005 la Germania ha installato addirittura 603 MW di energia FV. Il resto dell'UE ha installato complessivamente 42,3 MW in tutti i paesi membri. La Spagna ha fornito circa la metà di tale volume (20 MW), seguita dalla Francia con 6,3 MW, e poi dall'Italia con 5 MW. Nel complesso, la quantità di FV installata è aumentata dal 18,2 per cento rispetto al 2004. La serie straordinaria di progetti FV della Germania comprende l'enorme Bavaria Solarpark, che copre 62 acri di terreno e fornisce 10 MW di energia solo da questo sito. Tuttavia, l'Europa è entrata in una specie di fase di stallo, in quanto le nuove celle fotovoltaiche sono attualmente molto più costose a causa della carenza della materia prima più importante, il silicone. In Italia dal 2001 è attiva nello stretto di Messina la turbina Kobold che sfrutta le correnti marine. Ha prodotto ottimi risultati, generando 40 KW costanti di energia nello stretto, noto per le correnti estremamente forti, descritte nell'Odissea di Omero come Scilla e Cariddi - correnti forti o vortici. Le turbine sono state recentemente collegate alla rete nazionale italiana. La società Ponte di Archimede fabbrica le turbine, che si basano sui progetti utilizzati per la realizzazione delle turbine eoliche.

Paesi

Germania, Italia

Articoli correlati