Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Maggiore interattività uomo-sistema grazie a un progetto TIC

Mentre gli apparecchi tecnologici diventano sempre più sofisticati e la loro complessità cresce costantemente il progetto EASY Interactions cerca di migliorare l'interazione fra utenti umani e sistemi informatici. I dispositivi di controllo tradizionali quali mouse, tastiera...

Mentre gli apparecchi tecnologici diventano sempre più sofisticati e la loro complessità cresce costantemente il progetto EASY Interactions cerca di migliorare l'interazione fra utenti umani e sistemi informatici. I dispositivi di controllo tradizionali quali mouse, tastiera, joystick o schermo sono stati sorpassati da dispositivi resi oggi disponibili dalla tecnologia dell'informazione e della comunicazione (TIC), affermano i partner del progetto, sostenendo che le difficoltà che ne derivano inibiscono molte opportunità di applicazione. Il progetto sta attualmente esaminando nuovi strumenti di controllo, focalizzando l'attenzione principalmente sui seguenti aspetti: - il rilevamento dei movimenti oculari/della testa; - l'analisi dei gesti; - il riconoscimento e la sintesi vocale; - l'elaborazione e la comprensione del linguaggio naturale; - l'agente parlante («talking head»); - il dialogo orale; - i sistemi video tridimensionali; - i dispositivi multischermo tridimensionali. Lo scopo del progetto è, in ultima analisi, quello di migliorare l'interattività fra utenti e sistemi in vari settori, ivi inclusi l'ambiente domestico e medico, le applicazioni mobili, l'assistenza agli anziani e ai disabili, i trasporti, il settore industriale, edile e della pubblica sicurezza. «In tal modo, il progetto mira a contribuire al raggiungimento dell'obiettivo dell'Unione europea fissato per il 2010 di rendere le TIC accessibili a chiunque ed ovunque», spiegano i partner del progetto. «Integrando tecniche d'avanguardia di elaborazione del linguaggio naturale e l'apprendimento automatico con l'ontologia di dominio, EASY Interactions consentirà di eseguire estrazioni di contenuti e di informazioni a livello semantico o di significato», aggiungono i partner del progetto. «L'innovazione prevista da questo progetto consiste nel miglioramento delle tecniche per fornire un accesso intelligente e semantico alle informazioni e ai servizi.» Per poter raggiungere questo risultato, i partner del progetto, fra cui importanti specialisti delle telecomunicazioni quali Alcatel Lucent ed EADS Secure Networks, stanno cercando di sviluppare un dispositivo sensibile al contesto, che tenga conto cioè del contesto in cui viene usato e sia in grado di apprendere dal comportamento dell'utente adattando le interfacce di conseguenza. Il progetto EASY Interactions avviato in ottobre 2007, si trova ancora allo stadio iniziale. Il suo completamento è previsto per il mese di marzo del 2010 e fino ad allora riceverà fondi dal programma cluster strategico dell'iniziativa EUREKA ITEA 2 (Information Technology for European Advancement).