Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Scienziati sviluppano metodo veloce per individuare i geni responsabili della virulenza della TB

Scienziati con sede in Europa e Asia hanno individuato 10 geni di virulenza del bacillo della tubercolosi, che provoca la tubercolosi o TB. Questa scoperta offre al mondo della medicina l'opportunità di sviluppare nuovi trattamenti e di provare nuovi vaccini contro una delle m...

Scienziati con sede in Europa e Asia hanno individuato 10 geni di virulenza del bacillo della tubercolosi, che provoca la tubercolosi o TB. Questa scoperta offre al mondo della medicina l'opportunità di sviluppare nuovi trattamenti e di provare nuovi vaccini contro una delle malattie più comuni, ma anche più mortali al mondo. I risultati dello studio, in parte finanziato dall'UE, sono presentati nella rivista PLoS (Public Library of Science ) Pathogens. Nonostante la difficoltà del compito, gli scienziati sono riusciti a produrre i risultati in appena due settimane, grazie ad una nuova tecnica di screening da loro sviluppata. Questo metodo potrebbe essere applicato senza problemi ad altri agenti patogeni intracellulari, secondo loro. Mentre i medici fanno di tutto per annullare questa malattia, la tubercolosi continua a uccidere quasi 2 milioni di persone nel mondo ogni anno. La tubercolosi è causata da batteri della famiglia Mycobacterium, che comprende il Mycobacterium tuberculosis, l'agente responsabile della tubercolosi nelle persone. Il modo di propagarsi all'interno della cellula ospite determina la sua patogenicità (virulenza). Ciò che i ricercatori sapevano fino ad oggi è che questo agente patogeno può effettivamente liberarsi dalla morsa della difesa dell'ospite. Quindi infetta attraverso il parassitismo dei macrofagi, che svolgono un ruolo fondamentale nella risposta immunitaria dell'organismo distruggendo i microbi di qualsiasi tipo. M. tuberculosis si introduce nei polmoni, viene ingerito dai macrofagi alveolari e si posiziona in una fagosoma, un vacuolo intracitoplasmatico. I fagosomi di solito uccidono i corpi ingeriti dai macrofagi attraverso l'acidificazione, ma la TB blocca l'acidificazione e prolifera fruttuosamente. Grazie al nuovo metodo di screening sviluppato dagli scienziati - che prevede l'uso di un robot - i campioni di fenotipo cellulare possono essere individuati sia visivamente che automaticamente. Ne risulta che i ricercatori hanno più tempo per identificare i corpi microbici coinvolti nel parassitismo delle cellule. L'équipe, guidata dal dott. Olivier Neyrolles dell'Institut de pharmacologie et de Biologie Structurale (CNRS, Centre national de la recherche scientifique - Université de Toulouse) e dalla dott.ssa Priscille Brodin dell'INSERM (Institut national de la santé et de la recherche médicale) e dell'Institut Pasteur, hanno utilizzato il metodo su un ceppo virulento di M. tuberculosis e hanno esaminato, piuttosto rapidamente, oltre 11.000 mutanti della TB. Il robot è stato programmato per scoprire se la "funzione di acidificazione" veniva abilitata o meno. Così gli scienziati hanno isolato i mutanti che non bloccavano l'acidificazione dei fagosomi. L'ingegneria genetica ha permesso al team di individuare le mutazioni; poi sono riusciti a caratterizzare 10 geni coinvolti nel parassitismo dei macrofagi. I ricercatori hanno sottolineato che la maggior parte dei geni codifica la sintesi dei prodotti secreti dai batteri: proteine e lipidi. Essi hanno inoltre notato che i mutanti isolati potrebbero essere utilizzati nello sviluppo di nuovi vaccini. Gli scienziati coinvolti nello studio provenivano da Francia, Corea del Sud, Spagna e Regno Unito. Le scoperte sono il risultato di tre progetti finanziati dall'UE: TB-MACS, TB-VIR e NEWTBVAC. TB- MACS ("Identification and characterisation of mycobacterium tuberculosis virulence genes involved in macrophage parasitism") ha ricevuto più di 734 mila euro nell'ambito dell'area tematica "Scienze della vita, genomica e biotecnologie per la salute" del Sesto programma quadro (6° PQ), per migliorare la salute umana attraverso la definizione di prodotti e processi batterici che sono essenziali per l'infezione. TB-VIR ("Mycobacterium tuberculosis W-Beijing genetic diversity and differential virulence and host immune responses"), sostenuto con quasi 3,9 milioni di euro e NEWTBVAC ("Discovery and preclinical development of new generation tuberculosis vaccines"), che ha ricevuto 12 milioni di euro, sono supportati tramite il tema "Salute" del Settimo programma quadro (7° PQ).

Paesi

Spagna, Francia, Corea del Sud

Articoli correlati