Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Nuovo robot subacqueo nuota e sente come un pesce

In anni recenti, i veicoli robotici subacquei sono diventati più comuni in vari settori industriali e civili. Essi sono ampiamente usati dalla comunità scientifica per studiare gli oceani. Ad esempio, i robot subacquei sono stati usati per scoprire o studiare un grande numero ...

In anni recenti, i veicoli robotici subacquei sono diventati più comuni in vari settori industriali e civili. Essi sono ampiamente usati dalla comunità scientifica per studiare gli oceani. Ad esempio, i robot subacquei sono stati usati per scoprire o studiare un grande numero di animali e piante degli abissi nel loro ambiente naturale. Ora, è apparsa una nuova classe di robot subacquei che copia dei concetti che si trovano in natura. Questi veicoli "biomimetici" possono raggiungere livelli più alti di efficienza nella propulsione e di manovrabilità copiando i design di successo presenti in natura. Il progetto finanziato dall'UE FILOSE ("Locomozione e percezione di un pesce robotico") sta affrontando un collo di bottiglia fondamentale per la robotica subacquea, vale a dire il problema di capire in che modo i pesci percepiscono l'ambiente sottomarino. Un pesce che nuota nel suo ambiente naturale è in grado di sentire il flusso dell'acqua che lo circonda e di reagire ai cambiamenti di direzione del flusso. I partner del progetto FILOSE, guidati dal Centro per la biorobotica del Politecnico di Tallinn, ritengono che quando saranno riusciti a capire come funziona con i pesci, essi potranno applicare quella conoscenza allo sviluppo di migliori robot subacquei. Uno strumento sperimentale fondamentale per FILOSE è stato un prototipo robot che assomiglia e si comporta come un pesce. Il "pesce FILOSE" assomiglia a una trota arcobaleno non solo come forma, ma anche nel comportamento; le trote sono "nuotatori subcarangiformi", ovvero pesci che si muovono in avanti creando delle onde nella parte posteriore del corpo, mentre la parte anteriore rimane quasi rigida. La coda del pesce FILOSE è mossa da un singolo servomotore collocato nel suo torace. Esso crea un movimento ondulatorio che viaggia attraverso il corpo e spinge in avanti il robot. I ricercatori FILOSE possono cambiare la coda del pesce per studiare in che modo le proprietà dei materiali modificano l'efficienza e lo schema di nuoto del robot. La testa del robot è invece a tenuta stagna e contiene sensori e sistemi elettronici per controllare il pesce. Gli esperimenti sono stati effettuati in laboratorio usando una vasca di flusso. I ricercatori del progetto hanno determinato che i robot equipaggiati in questo modo non solo cercano le zone in cui le correnti perturbate sono più deboli, ma che possono addirittura usare i vortici per farsi aiutare nella spinta propulsiva. I risultati del progetto FILOSE sono stati rivoluzionari. I ricercatori sono riusciti a sviluppare il primo robot subacqueo in assoluto che percepisce la corrente dotato di navigazione aiutata dal flusso e che si adatta alla corrente. Un passo chiave nella progettazione del robot è stato lo sviluppo di una cellula cigliata artificiale che imita la fisiologia della percezione delle naturali cellule cigliate. Il progetto ha inoltre fondato nuove strutture per la ricerca idrodinamica e ha formato del personale per proseguire il lavoro iniziato nell'ambito di FILOSE. Presi tutti assieme, i risultati promettono di condurre a nuove tecnologie subacquee che potrebbero aiutare l'industria del gas e del petrolio, lo sminamento umanitario sottomarino, il monitoraggio ambientale, le operazioni di ricerca e salvataggio, le attività antiterrorismo, la sorveglianza dei porti, la sicurezza costiera e la gestione della pesca, e molto altro ancora. Tutti sentiranno l'impatto dei robot subacquei più efficienti e con migliori prestazioni.Per maggiori informazioni, visitare: FILOSE http://www.filose.eu/tiki-index.php Tallin University of Technology - Centre for Biorobotics http://www.university-directory.eu/Estonia/Tallinn-University-of-Technology---Center-for-Biorobotics.html#.UclmRvkyZBk

Paesi

Estonia, Italia, Lettonia, Regno Unito