Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Un portale informativo europeo dedicato agli standard ambientali

In Europa disponiamo di una grande abbondanza di risultati di ricerca a sostegno degli standard relativi agli aspetti ambientali quali aria, acqua, suolo e rifiuti. SIPE ("An environmental Standards Information Portal for Europe"), un progetto finanziato dall'UE, riunisce tutt...

In Europa disponiamo di una grande abbondanza di risultati di ricerca a sostegno degli standard relativi agli aspetti ambientali quali aria, acqua, suolo e rifiuti. SIPE ("An environmental Standards Information Portal for Europe"), un progetto finanziato dall'UE, riunisce tutti questi risultati in un unico portale web dedicato, collegandoli a informazioni sugli standard e sulle politiche. Avviato a settembre 2012, il progetto è ora nei suoi mesi finali e il portale web SIPE-RTD è disponibile nella sua prima versione di prova all'indirizzo http://www.sipe-rtd.info. Il portale contiene ben 190 linee politiche (suddivise in 3 600 articoli politici), 950 standard e circa 600 progetti finanziati dall'UE o risultati di ricerca. L'obbiettivo del SIPE è quello di promuovere e incrementare l'utilizzo dei risultati della ricerca a sostegno degli standard (relativi ad aria, acqua, suolo e rifiuti) da parte di ricercatori, enti di standardizzazione, responsabili delle politiche e aziende/PMI. Il portale è uno strumento che aiuta a raggiungere questo obbiettivo, offrendo un'interfaccia unica per le informazioni provenienti dalle comunità degli standard, delle politiche e della ricerca, che permette agli utenti di muoversi in modi diversi: usando le quattro sezioni ("Acqua e mari", "Aria", "Rifiuti e liquami", "Suolo e sedimenti"), cliccando sulle parole chiave nel cloud o semplicemente usando la ricerca libera. L'interconnessione delle informazioni si basa su fingerprint delle parole chiave che sono sviluppate per ciascun elemento nel portale web. Il trasferimento delle informazioni è agevolato da un modulo di inserimento e da un archivio di documenti. All'inizio sono state raccolte informazioni sui progetti di ricerca finanziati dall'UE a sostegno degli standard, assieme ai loro risultati. Sono state inoltre connesse le direttive della Commissione europea in queste aree e i loro relativi compiti politici. Per descrivere tutti i set di dati è stata usata la stessa serie di parole chiave. Questo gruppo di parole chiave (riferito agli standard) è stato interconnesso mediante algoritmi in uno schema di classificazione delle parole chiave. Il portale è anche il risultato di un lungo processo di consultazione tuttora in corso. Un Interfacing Group, composto da rappresentanti delle parti interessate invitati, ha giudicato il concetto iniziale e continua a guidare lo sviluppo e la realizzazione del portale, garantendo che SIPE-RTD diventi uno strumento appropriato per l'uso e sostenibile. La partecipazione del pubblico è stata anch'essa organizzata mediante una rete delle parti interessate. Guidato da HydroScan in Belgio, il consorzio comprende in totale sei partner provenienti da quattro paesi: Mermayde (Paesi Bassi), WISE-RTD Association e Hydraulics Laboratory, (entrambi in Belgio), IVL Svenska Miljoeinstitutet (Svezia) e Quality Consult (Italia). A giugno i partner e tutte le parti interessate si riuniranno a Bruxelles per la conferenza finale del progetto, intitolata "Research Innovation and Policy Implementation based on Standards Knowledge". Tutti gli interessati possono ancora contribuire al portale web SIPE-RTD, creando il loro profilo personale e caricando progetti di ricerca e risultati riguardanti l'ambiente e gli standard. Il team di SIPE invita tutti gli utenti a provare il portale e offrire la propria opinione.Per maggiori informazioni, visitare: SIPE http://www.sipe-rtd.eu/node/1 Scheda informativa del progetto

Paesi

Belgio

Articoli correlati