Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Uno spazio di condivisione delle informazioni di cui fidarsi

Alcuni ricercatori sostenuti dall’UE stanno sviluppando una piattaforma affidabile e sicura dove i cittadini europei potranno condividere in sicurezza dati personali e industriali.

Economia digitale

Affinché le persone si sentano sicure di condividere dati personali e proprietari su piattaforme online, devono prima di tutto riporre fiducia in esse. Il progetto TRUSTS, finanziato dall’UE, si sta adoperando per ripristinare i livelli passati di fiducia nel mercato dei dati, sviluppando una piattaforma basata su scambi di dati sicuri e affidabili tra fornitori e consumatori di dati. I primi modelli della piattaforma TRUSTS sono già stati creati, ed è in cantiere un dimostratore per un federatore del mercato dei dati. Negli ultimi anni, vi sono stati diversi tentativi di gestire lo scambio di dati sicuro e sovrano, in maniera simile a ciò che accade nel mercato dei dati: alcuni tentativi sono avvenuti a livello nazionale o in ambiti specifici, mentre altri hanno coinvolto spazi informativi intersettoriali e transfrontalieri. L’ecosistema di dati di TRUSTS è incentrato sulla fornitura di valore aggiunto tecnologico in tutta Europa.

Di cosa hanno bisogno gli utenti?

Una funzione importante è la potente dashboard della piattaforma: in base al ruolo dell’utente su quest’ultima, la dashboard mostrerà determinate informazioni. Come si legge in un comunicato stampa sul sito web di TRUSTS, «chi carica contributi sulla piattaforma potrà visualizzare sulla dashboard utili informazioni riassuntive sugli elementi caricati, ad esempio i ricavi totali, i contributi più venduti e più votati, i contributi per categoria (dati, applicazioni, servizi), le vendite per modello di fatturazione e i tag usati dall’utente nei contributi». «Ai consumatori di contenuti, invece, la dashboard della pagina iniziale vuole suggerire i contenuti sulla base degli interessi (precedentemente indicati dall’utente sulla piattaforma), promuovere i contenuti più venduti e più votati, ma anche quelli nuovi e di tendenza. In tal modo, intende promuovere non solo i contenuti già popolari, ma anche quelli recentemente caricati e degni di nota, offrendo a questi ultimi l’opportunità di acquisire popolarità.» La dott.ssa Stavroula Ntoa, della Foundation for Research and Technology - Hellas, partner del progetto, osserva nel medesimo comunicato stampa: «Prevediamo che gli utenti potranno trovare autonomamente ciò che stanno cercando: è un incentivo chiave per fidelizzarli alla piattaforma. Al tempo stesso, la piattaforma esorta gli utenti che non riescono a trovare ciò che cercano a descrivere la propria richiesta attraverso un modulo ben strutturato, e li avvisa quando tale contenuto diventa disponibile.» Ma come può un mercato delle informazioni guadagnarsi la fiducia della popolazione? Secondo la dott.ssa Ntoa, la situazione è molto simile ai rapporti umani, dove «la fiducia è difficile da guadagnarsi e direttamente correlata alla sensazione di sicurezza e protezione, ma soprattutto si costruisce con comportamenti coerenti che dimostrino la propria affidabilità». Affinché un mercato dei dati ispiri fiducia, la privacy e la sicurezza sono fondamentali. Un mercato dei dati di cui la popolazione si fidi deve assicurare che i dati rimangano anonimi. Inoltre, deve analizzare il rischio che i dati cifrati siano nuovamente identificati e garantire uno scambio di informazioni sicuro, «in cui la sovranità dei dati sia il fattore chiave per il successo», secondo quanto affermato nel comunicato stampa, dove si aggiunge: «Il fatto che i dati possano essere scambiati senza che i proprietari perdano il controllo su di essi sarà rivoluzionario per le sfide future legate alla condivisione di dati.» Il progetto TRUSTS (Trusted Secure Data Sharing Space), della durata di tre anni, ha riunito 17 partner di 9 paesi europei, con l’obiettivo di creare un mercato paneuropeo sicuro e affidabile per i dati personali e industriali. Il progetto si concluderà a dicembre 2022. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto TRUSTS

Parole chiave

TRUSTS, dati, contenuti, mercato dei dati, piattaforma, spazio di condivisione dei dati, dati industriali, scambio di dati

Articoli correlati