Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Sfruttare la tecnologia satellitare per una pianificazione idroelettrica più strategica

Un rivoluzionario set di strumenti sta aiutando i gestori, i pianificatori e gli organi decisionali che operano nel settore dell’energia idroelettrica a sviluppare una gestione efficiente dei sedimenti.

Economia digitale
Cambiamento climatico e Ambiente

L’energia idroelettrica è un potente alleato nella battaglia contro i cambiamenti climatici, perché aiuta a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e contribuisce alla sicurezza dell’approvvigionamento energetico del pianeta. Un aspetto cruciale quando si pianificano nuovi bacini, oppure quando si valuta la sostenibilità a lungo termine dei bacini esistenti, è la sedimentazione. Fattori come la durata del bacino o la sua capacità di stoccaggio nel tempo sono strettamente correlati alla quantità di sedimenti trasportati e depositati nel bacino stesso. Secondo un articolo pubblicato sul sito web «International Water Power & Dam Construction», «la sedimentazione nei bacini provoca perdite annuali stimate tra lo 0,5 e l’1 % del volume totale di stoccaggio. Questa perdita di capacità di stoccaggio è superiore all’aumento della capacità reso possibile dalla costruzione di nuovi bacini, il che rende le misure di mitigazione dei sedimenti di vitale importanza per incrementare la durata e migliorare la sostenibilità dei bacini esistenti.» A sostegno di gestori, pianificatori e organi decisionali nel campo dell’energia idroelettrica, il progetto HYPOS, finanziato dall’UE, ha sviluppato un accessibile strumento di supporto decisionale online che consente di gestire in maniera efficiente i sedimenti. Lo strumento, basato su un portale di osservazione della Terra chiamato HYPOS eoPortal, rende possibile la pianificazione e il monitoraggio dell’ambiente e degli investimenti grazie a tecnologie satellitari all’avanguardia e integra la modellizzazione idrologica con i dati disponibili sul campo.

Facile accesso a dati utili

Più specificatamente, il portale offre un semplice accesso ai dati idrologici principali (ad esempio volumi di afflusso e di deflusso) e parametri di qualità dell’acqua (ad esempio torbidità) per periodi di tempo selezionabili, fornendo dati attuali, stagionali recenti e storici su richiesta. Le analisi satellitari combinate con i dati sul campo e di modello permettono di valutare facilmente il trasporto di sedimenti e i tassi di sedimentazione nel portale. «Un semplice clic del mouse consente di rappresentare istantaneamente risultati come i solidi sospesi totali nell’acqua per l’intero bacino, un’operazione resa possibile dagli algoritmi del software, sempre che siano disponibili dati satellitari», riporta l’articolo. Ad un costo molto più basso di un’indagine sul campo, gli utenti del portale hanno accesso a dati spazialmente espliciti, dati di osservazione della Terra raccolti ogni pochi giorni a seconda della copertura nuvolosa e aggiornamenti giornalieri del flusso modellizzato e delle concentrazioni di sedimenti. Questo semplifica molte attività, come identificare le linee di base dei sedimenti e le tendenze stagionali, calcolare i tassi di sedimentazione e i flussi, nonché monitorare le dinamiche dei sedimenti e l’evoluzione della fioritura algale nei bacini. L’HYPOS eoPortal attualmente include i seguenti parametri satellitari: torbidità, solidi sospesi totali, clorofilla e profondità del disco di Secchi per misurare la trasparenza dell’acqua. La soluzione HYPOS (HYdro-POwer-Suite) viene descritta come «una rivoluzione nel settore, che permette una pianificazione strategica dell’energia idroelettrica così raramente applicata finora a livello di bacino, nonostante gli studi dimostrino che la pianificazione strategica e il funzionamento delle dighe possano migliorare notevolmente il compromesso tra l’impatto della diga e i benefici per i sottobacini.» Il portale è stato finora testato su quattro bacini e fiumi in Albania, Georgia e Svizzera. Verrà lanciato ufficialmente nell’aprile 2022 nell’ottica di diventare globale entro l’anno. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto HYPOS

Parole chiave

HYPOS, energia idroelettrica, sedimento, bacino idrico, sedimentazione, acqua, satellite

Articoli correlati