Skip to main content

Article Category

Results Pack

Article available in the folowing languages:

Banchi di prova per l’innovazione aperta volti ad accelerare l’innovazione europea

Le industrie europee del settore tecnologico affrontano costi di investimento elevati e normative complesse. I poli di condivisione delle conoscenze permettono di ridurre questi ostacoli e di commercializzare i prodotti più velocemente.

Cambiamento climatico e Ambiente
Tecnologie industriali
Salute

Lo sviluppo di materiali avanzati innovativi è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi economici, tecnologici e ambientali a lungo termine dell’Europa. I materiali compositi vengono impiegati in un’ampia gamma di applicazioni che va dai dispositivi medici alle parti automobilistiche e nell’industria farmaceutica, dell’energia, dell’edilizia oltreché in molti altri settori. Rispetto ai materiali esistenti, questi compositi sono più robusti, leggeri e sostenibili, meno tossici e presentano caratteristiche quali la resistenza al fuoco e ai graffi, la biosicurezza e l’elettronica incorporata. Le PMI e le industrie europee che operano in questi ecosistemi si trovano ad affrontare sfide importanti. Devono collaudare e convalidare le nuove tecnologie essenziali prima della commercializzazione. Al tempo stesso, la velocità e la complessità dell’innovazione stanno aumentando e sono richiesti costi di investimento elevati. Le PMI e le start-up industriali spesso non sono in grado di sostenere gli investimenti in infrastrutture interne per il collaudo e la validazione. Per questo motivo l’UE ha stanziato più di 285 milioni di euro per sostenere l’accesso ai banchi di prova per l’innovazione aperta (OITB, Open Innovation Test Bed) che forniscono accesso alle strutture fisiche e ai servizi necessari per lo sviluppo, il collaudo e l’ampliamento di produzione dei materiali nanotecnologici e avanzati. Questo modello di innovazione aperta dispone del potenziale per ridurre costi, rischi di investimento e tempi di commercializzazione per i materiali arricchiti con le nanotecnologie, il che lo rende particolarmente attraente per le PMI. Inoltre, potrebbe armonizzare le condizioni per la caratterizzazione, la modellizzazione e l’ampliamento produttivo dei materiali al fine di migliorare l’accesso al mercato. Ciò può rendere accessibili i materiali nanotecnologici e avanzati a tutti i settori industriali, favorendo così la transizione a tecnologie più ecologiche. Gli OITB presentano un potenziale inesplorato per sostenere la transizione dell’UE alle tecnologie verdi e digitali in sei settori tecnologici chiave: materiali e componenti multifunzionali leggeri nano-attivati; tecnologie mediche per le prove di sicurezza; superfici e membrane nano-attivate; nanomateriali e soluzioni biocompatibili; materiali funzionali per gli involucri edilizi; e produzione di nanofarmaci. Vi sono poi due OITB trasversali per la caratterizzazione e la modellizzazione dei materiali. Riunendo le risorse e le conoscenze esistenti a livello europeo e sostenendo nel contempo ogni genere di utente, indipendentemente dalla sua ubicazione geografica, questi banchi di prova per l’innovazione aperta stimolano la collaborazione in tutta Europa, contribuendo alla creazione di un ecosistema di innovazione più accessibile e connesso. Inoltre, gli OITB promuovono la crescita di questi ecosistemi grazie alle reti di collegamento realizzate dagli utenti per offrire servizi aggiuntivi, consentire la condivisione di esperimenti e conoscenze, nonché per fornire agli utenti un punto di accesso unico alle proprie competenze e ai propri servizi nello sviluppo dei materiali. L’attuazione degli OITB dovrebbe promuovere le reti europee di competenze lungo l’intera catena del valore e soddisfare le esigenze dell’industria, fornendo agli utenti un facile accesso a strutture ampiamente diffuse. Nel complesso, questa accelerazione del processo di innovazione genererà posti di lavoro, crescita economica e contribuirà a realizzare le aspirazioni europee per un pianeta più verde. I banchi di prova per l’innovazione aperta citati in questo Results Pack riguardano un’ampia gamma di settori industriali, riflettendo il potenziale di vasta portata di questo modello. Alcuni dei progetti che sviluppano nuovi materiali e compositi sono: OASIS, che sostiene lo sviluppo di nuovi materiali leggeri, LEE-BED, incentrato sui componenti elettronici flessibili e TEESMAT, che contribuisce alla crescita delle tecnologie europee nel settore delle batterie. FormPlanet e i-TRIBOMAT offrono supporto nel processo produttivo, introducendo migliorie nella manifattura delle lamiere e nella caratterizzazione prestazionale dei nuovi materiali. Infine, MDOT, SAFE-N-MEDTECH e TBMED puntano tutti allo sviluppo di nuovi dispositivi medici, tra cui quelli a scopo diagnostico e terapeutico, fornendo assistenza negli aspetti complessi di carattere normativo e prestazionale.