Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Parere dell'IRDAC sui satelliti

Il Comitato consultivo della Commissione europea per la ricerca e lo sviluppo nell'industria (IRDAC), ha prodotto una relazione sul tema "Azioni prioritarie per le comunicazioni e la navigazione satellitari". La relazione, preparata su richiesta del Commissario europeo Edith C...

Il Comitato consultivo della Commissione europea per la ricerca e lo sviluppo nell'industria (IRDAC), ha prodotto una relazione sul tema "Azioni prioritarie per le comunicazioni e la navigazione satellitari". La relazione, preparata su richiesta del Commissario europeo Edith Cresson, prende in esame la posizione competitiva dell'industria europea dei satelliti alla luce della preparazione del Quinto programma quadro comunitario di ricerca e di sviluppo tecnologico. La relazione IRDAC analizza gli attuali mercati associati con le comunicazioni satellitari, attualmente di un valore ben superiore ai 30 miliardi di dollari all'anno. Essa evidenzia che la capacità di sviluppare nuovi assetti nel mercato dei satelliti riveste un valore di capitale importanza strategica per la posizione futura dell'Europa nei mercati derivati dei servizi e delle stazioni di terra. Fa notare, inoltre, che l'assenza dell'industria europea porterebbe "de facto" a un monopolio statunitense in questo settore. In particolare, l'impiego del sistema satellitare GPS ha dato un vantaggio strategico all'industria statunitense. Questo potrebbe trasformarsi in una situazione irreversibile se l'Europa non si impegna attivamente nella definizione e nell'impiego di un sistema satellitare di navigazione globale (GNSS). Di conseguenza, l'IRDAC raccomanda alla Commissione di organizzare un dibattito di alto livello con l'industria al fine di chiarire le possibilità di un partenariato fra settore pubblico e industria in questo campo. La relazione IRDAC fa notare che "oggi la posizione di forza dell'industria dei satelliti statunitense è il risultato di un rapporto produttivo tra settore pubblico e industria e di una politica industriale mirata al predominio sul mercato mondiale". Essa sottolinea che l'Unione europea può aiutare a sostenere l'industria europea e a modellare la politica industriale attraverso i mandati nei settori RST, telecomunicazioni, trasporti, commercio e relazioni esterne. In particolare, essa auspica che, nell'ambito del Quinto programma quadro RST, sia accordata una speciale attenzione allo sviluppo di tecnologie, applicazioni e servizi che facciano uso di satelliti.